Bresson Game

L’Atari 400 Mini è un tributo fantastico, con un importante punto critico

L'Atari 400 Mini è un tributo fantastico, con un importante punto critico


Sono passati circa otto anni da quando è stata rilasciata la NES Classic Edition e da allora la tendenza del “mini sistema” ha continuato ad avanzare.

A questo punto abbiamo uno scaffale pieno di console in miniatura, computer, dispositivi portatili e cabinati arcade, ognuno dei quali offre una selezione di titoli dalle rispettive librerie, solitamente insieme a una ricreazione del controller originale per garantirne l’autenticità.

Una società che si allontana dal lato delle mini console e si concentra maggiormente sulla ricostruzione dei computer domestici è Retro Games, con sede nel Regno Unito, che in precedenza ci ha portato il C64 Mini (seguito da una versione a grandezza naturale con tastiera funzionante) e l’Amiga- basato su A500 Mini.

Ora è tornato, questa volta con il 400 Mini, una replica rimpicciolita del primo ingresso di Atari nel mercato dei computer domestici, l’Atari 400. E, nella maggior parte dei casi, ha fatto un lavoro fantastico.

Per coloro che non hanno familiarità con questa parte della storia dei videogiochi, i computer Atari 400 e Atari 800 furono entrambi rilasciati lo stesso giorno nel novembre 1979, ma a quasi la metà del prezzo i computer 400 finirono per vendere più dell’800 di circa 2 a 1.

L’ultima offerta di Retro Games è un modo brillante per scoprire la sua libreria per la prima volta, ma c’è solo una cosa che non ci piace.

L’hardware

Il 400 Mini è una ricreazione meravigliosamente elegante del computer Atari, ma come il C64 Mini e l’A500 Mini prima di esso, la sua tastiera è lì solo per spettacolo e in realtà non funziona. Lo stesso vale per il piccolo sportello della cartuccia nella parte superiore, che non si apre ed è puramente decorativo.

Il dispositivo viene fornito con un cavo HDMI e un cavo di alimentazione USB che, come la maggior parte dei dispositivi di questo tipo al giorno d’oggi, richiede di fornire la propria spina. In alternativa, puoi collegarlo a qualcosa con uno slot USB alimentato: lo abbiamo collegato alla porta USB anteriore della nostra Xbox Series X e si è acceso senza alcuna discussione.

Ad accompagnare l’unità c’è anche il CX Stick, la ricreazione di Retro Games del ampiamente utilizzato joystick Atari CX40 (che inizialmente era incluso con l’Atari 2600 ma funzionava su numerosi altri sistemi). Questo è per noi l’unico punto critico del pacchetto complessivo.

Il joystick in dotazione sembra brillantemente autentico ma non siamo riusciti ad andare d’accordo.

Non è senza merito: mentre lo stick Atari originale aveva un singolo pulsante di fuoco e nient’altro, il CX Stick include una serie di pulsanti extra discretamente nascosti attorno al quadrante circolare, sul retro e persino nell’angolo della base, consentendo ad ogni gioco per mappare alcuni controlli della tastiera sulla levetta (e impedendoti di dover visualizzare ogni volta la tastiera virtuale del dispositivo).

Tuttavia, e questo probabilmente dipenderà dal gusto personale, riteniamo che il CX Stick sia assolutamente terribile da usare. In termini di autenticità, onestà, è riuscito a mantenere quella sensazione spugnosa dello stick Atari originale. Ma anche lo stick fornito con l’Atari 2600+ (di cui non eravamo fan) sembrava un po’ più reattivo di questo.

Giocare a Boulder Dash è stato un esercizio di pazienza, poiché a volte mentre tiravamo la levetta verso il basso il nostro personaggio scendeva per un po’ e poi si spostava di lato, spesso provocando la morte. Lee (una versione modificata del classico platform Bruce Lee con la licenza rimossa) è altrettanto esasperante.

Inoltre, mentre faticavamo a trovare una posizione per tenere il joystick in modo che rispondesse meglio ai nostri comandi, continuavamo a premere accidentalmente gli altri pulsanti situati attorno allo stick, causando una frustrazione ancora maggiore.

Per fortuna, questo non è un completo fallimento. La decisione di Retro Games di rendere CX Stick un controller USB significa che può essere sostituito con una varietà di altri controller di terze parti. Non esiste un elenco definitivo di quelli che funzionano, ma abbiamo provato diversi controller e generalmente abbiamo avuto una buona percentuale di successo.

Abbiamo tentato di collegare due controller Xbox Series X/S di terze parti cablati realizzati da Nacon, ma entrambi sono rimasti completamente inattivi. Tuttavia, abbiamo anche provato un economico controller Switch cablato di terze parti di PowerA e il brillante controller USB SN30 Pro simile a SNES di 8BitDo ed entrambi hanno funzionato perfettamente, con sia il D-Pad che la levetta sinistra funzionanti, permettendoti di scegliere tra l’uno o l’altro.

Tutti questi controller funzionano bene con il 400 Mini, quindi se non ti piace il suo joystick non sei bloccato.

Ancora meglio, se vuoi ancora l’esperienza del joystick retrò, funziona anche il controller The Joystick di Retro Games, lanciato insieme al C64 Mini con i suoi problemi di spugnosità ma che è stato rielaborato in uno stick meravigliosamente scattante e rilasciato con il suo C64 a grandezza naturale. perfettamente con il 400 Mini ed è probabilmente il nostro controller consigliato per questo.

In breve, quindi, detestiamo fortemente lo stick fornito con il 400 Mini, ma il fatto che molti altri controller funzionino invece significa che non è una causa persa.

L’interfaccia

Il frontend del gioco sarà familiare a chiunque abbia precedentemente acquistato C64 Mini o A500 Mini, perché è strutturato in modo simile.

Il 400 Mini esce a 720p a 50Hz o 60Hz, a seconda delle tue preferenze. Sembra che Retro Games abbia realizzato il dispositivo pensando al Regno Unito, quindi consiglia ai giocatori di attivare la modalità 50Hz se la loro TV la supporta.

I 25 giochi integrati vengono introdotti con lo stesso layout in stile carosello che ormai avrai visto in numerosi mini sistemi, con Retro Games che ha giustamente deciso che non ha senso riparare ciò che non è rotto.

Ogni gioco è rappresentato dalla sua box art originale, da un grande screenshot e da qualche descrizione che spiega di cosa si tratta.

Ci sono anche quattro slot di salvataggio per ogni gioco, il che significa che puoi salvare i tuoi progressi durante il gioco se lo ritieni necessario. Puoi anche riavvolgere durante il gioco fino a 30 secondi, se sbagli e vuoi riprovare l’ultima parte.

Le opzioni di visualizzazione sono piuttosto rudimentali e offrono proporzioni 4:3 o pixel-perfect (il primo assomiglia di più alla TV, il secondo riduce il luccichio sullo schermo che crea) e un filtro CRT opzionale. A parte l’opzione di applicare un disegno del bordo attorno allo schermo, questo è tutto. Tuttavia, serve allo scopo necessario.

I giochi

Il 400 Mini viene fornito con 25 giochi integrati, che coprono la durata di vita generale dell’Atari 400 e 800.

C’è una discreta selezione qui, dai porting dei preferiti arcade di Atari come Asteroids, BattleZone, Centipede e Missile Command, ad altre gemme come Bruce Lee (ribattezzato qui Lee), Boulder Dash, Miner 2049er e Hover Bovver (che recentemente è apparso in Digital Eclipse’s Compilazione di Jeff Minter).

Naturalmente, l’Atari 400 e 800 non si sono venduti neanche lontanamente come qualcosa come NES, SNES o Mega Drive, quindi i giochi qui hanno meno possibilità di soddisfare le ghiandole nostalgiche di un giocatore. Tuttavia, i titoli scelti qui danno una rappresentazione interessante e varia del catalogo Atari 400 e 800, il che significa che chi è interessato alla storia dei giochi retrò si divertirà moltissimo a scoprirli.

Ecco l’elenco completo dei giochi offerti:

  • Aeroball
  • Asteroidi
  • Pallacanestro
  • Zona di battaglia
  • Berzerk
  • Corsa al masso
  • Setole
  • Cattura la bandiera
  • Centopiedi
  • Castelli di cristallo
  • Elektraglide
  • Incontrare!
  • Capovolgi e Flop
  • La casa di Henry
  • Passa il mouse sopra
  • Lee
  • MULO
  • Millepiedi
  • Minatore 2049er
  • Comando missilistico
  • O’Riley è mio
  • Le sette città d’oro
  • Star Raiders II
  • Marina ondulata
  • Evvai!

Tuttavia, 25 giochi ti porteranno solo lontano, soprattutto quando sono stati rilasciati migliaia di giochi per i computer Atari. È qui che entra in gioco il supporto della chiavetta USB del gioco. Supporta i file ROM (che Retro Games insiste che tu debba acquisire legalmente, più per proteggerti che per altro), il che significa che puoi espandere notevolmente il numero di giochi a cui puoi giocare.

Infatti, l’emulazione del 400 Mini ti consente di caricare giochi non solo per le console Atari 400 e 800, ma anche per le console 130XE, 800XL e Atari 5200, e supporta 12 diverse estensioni di file, quindi ovunque tu “acquisti” i tuoi giochi ci sono buone probabilità funzioneranno.

L’inclusione di Bruce Lee è un colpo da maestro, anche se ora si chiama solo Lee

Poiché questi giochi non erano inclusi di serie nel 400 Mini, alcuni di essi richiederanno input da tastiera. Puoi visualizzare una tastiera virtuale premendo contemporaneamente i pulsanti Home e Menu oppure puoi semplicemente collegare una tastiera USB a una delle porte del controller e utilizzare anche quella.

Abbiamo provato una varietà di giochi sul 400 Mini e hanno funzionato tutti perfettamente. Puoi anche caricare giochi multi-disco selezionando più dischi contemporaneamente, quindi premendo una combinazione di pulsanti per scambiare i dischi durante il gioco.

Vorremmo quasi che il supporto per Atari 5200 fosse accompagnato dal supporto per Atari 2600 e 7800, perché l’impossibilità di caricare giochi da USB era uno dei principali svantaggi della console Atari 2600+ recentemente rilasciata.

Il verdetto

L’Atari 400 potrebbe non essere stato in cima alla lista dei desideri della maggior parte dei giocatori per i sistemi di gioco miniaturizzati, ma in realtà è uno dei motivi per cui vale la pena acquistarlo.

Ottenere un mini NES, SNES o Mega Drive va benissimo, ma è un territorio ben battuto e molti dei giochi su quei sistemi sono disponibili su altri servizi. Sono fantastici per la nostalgia, ovviamente, ma non sono esattamente tagli profondi (a parte il Mega Drive Mini 2).

Avviso: Per visualizzare questo incorporamento, consenti l’uso dei cookie funzionali nelle Preferenze cookie.

L’Atari 400 avrà ovviamente quel fascino nostalgico per una percentuale del suo pubblico che ne possedeva uno in passato, ma per altri sarà una brillante introduzione a una parte della storia dei videogiochi che forse non è stata visitata così frequentemente come i sistemi di Nintendo, Sega o altri. come (o anche le console Atari).

La selezione di giochi offerti è stata davvero ben curata per fornire una solida rappresentazione di ciò di cui erano capaci gli Atari 400 e 800, ma la possibilità di aggiungere i propri giochi tramite USB – qualcosa che tanti altri mini sistemi (provano a) impediscono – lo eleva davvero.

L’unico problema principale è il joystick, che non potrebbe piacerci di meno anche se ci provassimo, ma il fatto che questo possa essere risolto con qualcosa come un controller Switch PowerA da £ 20 (o il microinterruttore C64 da £ 30 infinitamente migliore di Retro Games) joystick) significa che si tratta di un problema facilmente risolvibile.

Joystick a parte, quindi, il risultato è un mini sistema che potrebbe non essere immediatamente considerato un must per chi non lo conosce troppo, ma che consigliamo vivamente a chiunque voglia ampliare le proprie conoscenze sul retro gaming. Ovviamente i fan dell’Atari 400 lo vorranno comunque, ma anche se non fai parte della sua precedente clientela, non c’è modo migliore per scoprirne il valore.

Subway Surfers rilascia l'aggiornamento The Floor is Lava mentre Subway City è inghiottita dal magma
Subway Surfers rilascia l'aggiornamento The Floor is Lava mentre Subway City è inghiottita dal magma
Sembra che The Last Of Us Part 2 Remastered stia realmente accadendo
Sembra che The Last Of Us Part 2 Remastered stia realmente accadendo
Recensione: Lego 2K Drive è un regalo spensierato con un grosso problema al momento del lancio
Recensione: Lego 2K Drive è un regalo spensierato con un grosso problema al momento del lancio
Marvel Move ti mette in forma insieme a Wolverine e altro ancora
Marvel Move ti mette in forma insieme a Wolverine e altro ancora
"Costruire giochi divertenti ti fa guadagnare di più", afferma lo sviluppatore di Baldur's Gate 3
"Costruire giochi divertenti ti fa guadagnare di più", afferma lo sviluppatore di Baldur's Gate 3
Century: Age of Ashes ti consente di impegnarti in PvP come cavaliere di draghi, ora disponibile su iOS e Android
Century: Age of Ashes ti consente di impegnarti in PvP come cavaliere di draghi, ora disponibile su iOS e Android
Mythic Legends aggiunge una nuova funzionalità Gilda e il mazzo degli Orchi nel suo ultimo aggiornamento
Mythic Legends aggiunge una nuova funzionalità Gilda e il mazzo degli Orchi nel suo ultimo aggiornamento
Another Code Recollection è un'impressionante revisione di due favoriti di Nintendo
Another Code Recollection è un'impressionante revisione di due favoriti di Nintendo
I candidati ai Game Awards 2023 sono stati rivelati: distogliete lo sguardo, fan di Starfield
I candidati ai Game Awards 2023 sono stati rivelati: distogliete lo sguardo, fan di Starfield
Recensione di Teeny Tiny Town - "Tracciare la terra con sconcertante"
Recensione di Teeny Tiny Town - "Tracciare la terra con sconcertante"