Bresson Game

Anteprima di Final Fantasy VII Rebirth: come Square Enix sta riempiendo il mondo di Rebirth di missioni secondarie

Anteprima di Final Fantasy VII Rebirth: come Square Enix sta riempiendo il mondo di Rebirth di missioni secondarie


Final Fantasy VII Remake ha dato il tono a ciò che i giocatori potevano aspettarsi da questa rivisitazione in tre parti dell’amato gioco di ruolo quadrato del 1997. Gli eccellenti aggiornamenti al sistema di combattimento, le fantastiche espansioni sulle relazioni tra i personaggi e i valori di produzione stellari ci hanno detto che Square Enix non si prenderà alla leggera la responsabilità di rifare uno dei suoi giochi più iconici. Tuttavia, Final Fantasy VII Rebirth sembra portare diversi componenti dell’esperienza a un livello superiore, in gran parte grazie alla sua enfasi sui contenuti collaterali.

In seguito agli eventi di Midgar, come rappresentato in Remake, il gruppo emerge in una vasta area aperta. Nel gioco originale, questo veniva rappresentato attraverso una mappa del mondo esterno, ma in Final Fantasy VII Rebirth, i giocatori rimangono nella stessa prospettiva del resto del gioco mentre si spostano da un punto di interesse all’altro. Dopo l’approccio più restrittivo di Final Fantasy VII Remake, il nuovo senso di apertura è rinfrescante ed è qualcosa che il team ha voluto integrare, in particolare se si considera quanto più aperto fosse questo segmento rispetto al titolo originale.

“Dato che Remake è ambientato nel mondo di Midgar, in cui il giocatore può esplorare all’interno di quell’area, ci siamo concentrati molto sugli elementi della storia e ci siamo concentrati su un gioco più basato sulla narrativa per Remake”, afferma il regista Naoki Hamaguchi. “Ora che stiamo entrando nel mondo esterno e andando avanti in quella direzione, ho il desiderio di rappresentare maggiormente quella sensazione di esplorazione, e sento davvero che questo sia stato possibile realizzare per Rebirth.”

Mentre esplori, dovresti pianificare di avere l’opportunità di goderti tantissimi contenuti collaterali. Hamaguchi stima che circa l’80% dei contenuti basati sull’esplorazione di Rebirth siano contenuti secondari, mentre la storia principale costituisce il restante 20%. Se questo ti fa temere che Rebirth manchi di contenuto della storia, Hamaguchi dice che puoi rilassarti; anche concentrandosi semplicemente sulla trama principale, stima che darà ai giocatori circa 40 ore di gioco. Nel frattempo, se si affronta una discreta quantità di contenuti secondari, i giocatori possono aspettarsi di trascorrere circa 60 ore in Rebirth, mentre i sidequester più dedicati possono aspettarsi fino a 100 ore di contenuti.

Ma non è un contenuto gonfiato per il gusto di gonfiare quelle ore di gioco. Lo sviluppatore voleva anche assicurarsi di offrire ai giocatori un’esperienza diversificata e significativa. “Quando si guardano questi titoli più grandi in cui c’è un mondo più vasto che ha queste grandi quantità di contenuti collaterali, alcuni giocatori potrebbero pensare che abbiano una grande quantità di contenuti secondari, ma forse l’esperienza reale non è così varia,” co- dice il regista Motomu Toriyama. “Per Rebirth, ci siamo presi cura di avere questo numero selezionato di contenuti secondari, che abbiamo davvero lavorato per sviluppare in profondità. Questa è stata una considerazione importante per noi, consentendo ai giocatori di sperimentare varie forme di gioco attraverso i contenuti secondari. In questo modo, Credo che siamo riusciti a ottenere un sapore distintivo tra titoli simili.”

Quando chiedo ad Hamaguchi quale sia il suo gioco di ruolo preferito al di fuori della serie Final Fantasy, senza esitazione, nomina The Witcher 3: Wild Hunt, il capolavoro di CD Projekt Red del 2015 che molti considerano uno dei più grandi giochi di tutti i tempi. Quel titolo è noto per i suoi contenuti secondari significativi, così forti che le sue trame corrispondono persino a quelle della storia principale.

“Per quanto riguarda titoli come The Witcher 3, che hanno quell’elemento di tipo gioco di ruolo open world, abbiamo fatto alcune ricerche approfondite su questo tipo di titoli e li abbiamo considerati come una linea di base in cui Rebirth dovrebbe essere un tipo di titolo che può stare al fianco e avere il tipo di contenuto che possa soddisfare i suoi giocatori,” dice Toriyama.

Coloro che hanno giocato a Final Fantasy VII Remake riconosceranno uno dei principali donatori di missioni secondarie: Chadley. Il ricercatore più giovane vorrà ancora una volta il tuo aiuto per conoscere Materia e ti ricompenserà con ulteriori evocazioni. Mentre ti muovi per il mondo, ti chiede di esaminare determinati avvenimenti attraverso eventi chiamati World Intel.

Sembra che le ricompense ne valgano la pena, ma da tutto quello che ho sentito dagli sviluppatori, la storia potrebbe essere la forza trainante che spinge i giocatori verso le missioni secondarie. Per rendere i contenuti secondari più significativi, Square Enix ha ampliato il sistema di affinità. Questa meccanica nascosta prende le tue azioni nei confronti di un personaggio e le traduce nel modo in cui si svolgono determinate scene, come la famosa sequenza dell’appuntamento in gondola. Il contenuto secondario di Final Fantasy VII Rebirth è un fattore fondamentale per questa meccanica, poiché ogni missione secondaria coinvolge un protagonista secondario del gruppo. Completare una missione secondaria migliora l’affinità di Cloud con il personaggio specificato (per saperne di più sulla missione secondaria che ho visto, vai qui).

“Volevamo dare ai giocatori la libertà di scelta nel decidere se dedicarsi esclusivamente alla trama principale e, ad esempio, senza missioni secondarie”, afferma Hamaguchi. “Oppure potrebbero esserci persone che vogliono approfondire i contenuti secondari e approfondire le relazioni tra i personaggi e comprendere la storia più a fondo, o semplicemente l’equilibrio tra questi due. Volevamo dare quella libertà.”

L’originale Final Fantasy VII presenta tantissimi minigiochi, in particolare nella sezione centrale, e Rebirth non è diverso. Uno dei minigiochi più coinvolgenti e continuativi è Queen’s Blood, un gioco di carte competitivo a cui puoi giocare contro gli NPC in Rebirth.

Anche se il team rimane a bocca chiusa riguardo ai meccanismi esatti, sappiamo che si tratta di un gioco di carte strategico con elementi collezionabili e per la costruzione del mazzo. “In termini di numero di carte, ce n’è una quantità enorme, abbastanza da essere quasi un gioco di carte a sé stante”, afferma Toriyama. “Parte del divertimento sarà collezionare queste carte. Queen’s Blood è più un gioco di carte basato su strategia e ragionamento, ma ho dato un’occhiata ad alcune parti del gameplay quando sei verso la fine e tu le hai raccolte tutte.” le carte, e ha il potenziale per diventare un gioco di carte molto appariscente e dal ritmo frenetico; ha quasi l’istantaneità di un gioco di tiro in cui il tuo avversario può mettere giù una carta, poi tu metterai giù immediatamente una carta mentre mettendone giù un altro. È molto veloce. Naturalmente, questo è il livello di difficoltà massimo del gioco di carte, quindi credo che ci saranno solo pochi giocatori che giocheranno a questo livello di intensità.”

L’altro minigioco a cui ho dato un’occhiata è un’attività al pianoforte. Attraverso l’esplorazione, Cloud può trovare spartiti per composizioni nel mondo. Può quindi sedersi al pianoforte e suonare le canzoni utilizzando le due levette analogiche e alcuni pulsanti. Il minigioco del pianoforte dispone anche di una modalità di gioco libero, che ti consente di eseguire qualsiasi canzone desideri. Ho visto uno sviluppatore suonare una famosa canzone giapponese utilizzando la meccanica del pianoforte del gioco. Sembra che ci vorrà molta pratica per diventare così bravo, ma i meccanismi sembrano profondi e il team vuole che i giocatori abbraccino la possibilità di suonare qualsiasi canzone preferiscano e condividere le loro esibizioni online.

Non ho dato un’occhiata alle corse dei chocobo, ma il team ne pubblicizza i miglioramenti e le modernizzazioni per essere più in linea con ciò che i giocatori si aspettano da una forma moderna; i giocatori possono equipaggiare i loro chocobo con equipaggiamenti che aumentano le statistiche e i diversi tipi di chocobo si comportano in modo diverso. Toriyama mi dice che il team di Rebirth ha anche preso brevemente in considerazione la possibilità di collaborare con gli sviluppatori del pilota di kart Chocobo GP del 2022 per il minigioco, ma alla fine ha deciso di seguire la propria strada. Con Gold Saucer e Fort Condor ancora da discutere in modo approfondito, posso solo immaginare i minigiochi che aspettano i giocatori quando si avventurano in quelle aree.

Final Fantasy VII Rebirth arriva su PlayStation 5 il 29 febbraio. Per ulteriori informazioni sul gioco che si è aggiudicato il titolo di “Più atteso” ai The Game Awards di quest’anno, fai clic sul banner qui sotto per visitare il nostro esclusivo hub di copertura!

Parti di questo articolo sono apparse originariamente nel numero 362 di Game Informer.

SaGa Emerald Beyond è l'ultimo gioco autonomo della serie SaGa, in arrivo su dispositivi mobili nel 2024
SaGa Emerald Beyond è l'ultimo gioco autonomo della serie SaGa, in arrivo su dispositivi mobili nel 2024
"Costruire giochi divertenti ti fa guadagnare di più", afferma lo sviluppatore di Baldur's Gate 3
"Costruire giochi divertenti ti fa guadagnare di più", afferma lo sviluppatore di Baldur's Gate 3
Assassin's Creed 4: Black Flag sta ricevendo una voce completa sulle affermazioni del remake
Assassin's Creed 4: Black Flag sta ricevendo una voce completa sulle affermazioni del remake
Recensione del controller GameSir X2s - "Un controller mobile compatto ma potente"
Recensione del controller GameSir X2s - "Un controller mobile compatto ma potente"
Recensione: Nitro Deck è l'accessorio portatile Switch perfetto
Recensione: Nitro Deck è l'accessorio portatile Switch perfetto
Dai un'occhiata alla mappa del mondo finale per Il Signore degli Anelli: Ritorno a Moria
Dai un'occhiata alla mappa del mondo finale per Il Signore degli Anelli: Ritorno a Moria
Call Of Duty 2024 è Black Ops 6 ed è ambientato durante la Guerra del Golfo, dice un leak
Call Of Duty 2024 è Black Ops 6 ed è ambientato durante la Guerra del Golfo, dice un leak
Capcom vuole realizzare più remake di Resident Evil, conferma il direttore del gioco
Capcom vuole realizzare più remake di Resident Evil, conferma il direttore del gioco
Dopo 15 anni, Visions Of Mana fa rivivere la serie
Dopo 15 anni, Visions Of Mana fa rivivere la serie
Anteprima di Street Fighter 6 - Il regista Takayuki Nakayama parla dell'arrivo di Akuma