Bresson Game

Recensione di Tomb Raider I-III Remastered: l’originale Lara Croft rifatta

Recensione di Tomb Raider I-III Remastered: l'originale Lara Croft rifatta


Tomb Raider I-III Remastered – Lara non è mai andata d’accordo con gli animali (Foto: Aspyr)

I tre giochi originali Tomb Raider per PS1 sono stati rimasterizzati per le console moderne e hanno un aspetto e una giocabilità molto migliori di quanto potresti pensare.

All’inizio dell’anno abbiamo recensito una raccolta di giochi Monty Mole dell’era dei giochi britannici a 8 bit. È un franchise che sarà quasi sconosciuto al di fuori dell’Europa, eppure alla fine degli anni ’80 era considerato uno dei migliori e più influenti formati per computer domestici dell’epoca. È stato bello vedere la serie essere ricordata al giorno d’oggi, ma a 40 anni i giochi avevano poco da offrire a un giocatore moderno, anche quelli che li ricordavano con affetto dalla prima volta.

Tomb Raider compirà 30 anni nel 2026 e non puoi fare a meno di chiederti quando anche lui supererà l’orizzonte degli eventi diventando troppo vecchio per essere apprezzato come tutt’altro che un pezzo da museo. Siamo felici di dire che, grazie a queste nuove rimasterizzazioni dei primi tre giochi, quel momento non è ancora arrivato, anche se questa compilation difficilmente guadagnerà alla serie nuovi fan.

È notevole, non solo per l’età del gioco, ma perché è stato uno dei primissimi giochi 3D moderni di qualsiasi tipo. La versione originale fu rilasciata solo quattro mesi dopo Super Mario 64 e sebbene Tomb Raider non fosse raffinato come il classico di Nintendo, ebbe la stessa influenza sulle moderne avventure d’azione in terza persona, in particolare in Occidente.

L’altra innovazione chiave di Tomb Raider era, ovviamente, la presenza di una protagonista femminile, cosa quasi sconosciuta all’epoca. Si parlava sempre molto del seno piramidale di Lara Croft, ma a parte questo i giochi erano considerevolmente meno sessisti di quanto si potesse supporre per l’epoca, con Lara trattata in gran parte come qualsiasi altro eroe d’azione spiritoso (il che non era un approccio molto ispirato ma considerevolmente più interessante della crudele macchina per uccidere dei giochi più recenti).

C’è un disclaimer che appare prima del caricamento di qualsiasi gioco, ma è stato mostrato solo per un secondo la prima volta che abbiamo avviato la compilation e non è mai riapparso, quindi abbiamo potuto leggere solo la prima metà, che metteva in guardia sulle rappresentazioni stereotipate dei giochi. popolazioni indigene. Non sappiamo se il secondo paragrafo menzioni il sessismo.

Piuttosto che essere un cattivo presagio, quell’apparente bug non è indicativo del resto della compilation, che ha richiesto uno sforzo inaspettato, considerando il prezzo molto ragionevole richiesto. Non solo sono inclusi tutti e tre i giochi dell’era PS1, ma lo sono anche tutti i livelli extra e le espansioni, che possono essere giocati esattamente come erano originariamente, solo con una risoluzione più elevata e un frame rate di 60 fps.

Ciò, sfortunatamente, non include le scene tagliate, che sono così primitive che spesso è difficile capire cosa dovrebbero mostrare, ma i giochi stessi sembrano molto migliori di quanto ti aspetteresti per qualcosa che è arrivato solo 12 anni fa. anni dopo Monty Mole. Il sistema di controllo del carro armato originale è un’opzione, ma puoi anche giocare con i moderni controlli di movimento e telecamera (quando furono rilasciate le versioni originali per console Saturn e PlayStation, nessuno dei due sistemi aveva un controller con levette analogiche).

I controlli moderni funzionano per nascondere il sistema di movimento basato sulla griglia su cui sono costruiti i giochi originali, ma questo in realtà rende più difficili alcuni dei salti più complicati, al punto che a volte torniamo ai controlli del carro armato per alcune sezioni, ma è tutto interamente dipende da te quale utilizzare. Nessuna delle opzioni rende il nuoto subacqueo più semplice, ma questa è proprio la natura dei giochi originali, che sembravano sempre fare il passo più lungo della gamba in questo senso.

Tomb Raider I-III Remastered – Lara ce l’ha ancora (Foto: Aspyr)

L’equilibrio del gameplay nei vecchi Tomb Raider è completamente diverso da quelli moderni, senza alcuna azione furtiva fino a Tomb Raider 3 e relativamente pochi combattimenti, anche se se ne insinuano di più con ogni sequel, anche se non è mai veramente molto buono. Il focus del primo gioco sono gli enigmi e il platform, con il primo che prevede un sacco di spingere blocchi e tirare cambi, ma non raggiunge mai i livelli di invenzione della serie Zelda, anche se c’è ancora un fascino vecchia scuola.

Nessuno degli enigmi era particolarmente esclusivo della serie Tomb Raider, ma certamente il platform lo era, poiché, a differenza di Mario o Sonic, era molto lento e attentamente considerato, rendendo il movimento e la navigazione stessa un enigma. Ciò significa una certa quantità di tentativi ed errori, peggiorati dalla grafica antica, ma è unico e interessante, e qualcosa che manca quasi completamente nei giochi moderni.

Giocando a tutti i titoli oggi, Tomb Raider 3 è sicuramente il meno attraente, poiché cerca di incorporare più azione, inclusa la guida di veicoli, ma è chiaro che il motore di gioco viene spinto oltre i suoi limiti e finisce per diluire la formula originale. Sulla carta Tomb Raider 2 è probabilmente il gioco migliore, ma è quello originale che ci è piaciuto di più.

Forse si tratta in parte di nostalgia, ma c’è un senso di esplorazione e meraviglia nel primo gioco che non è completamente replicato nei sequel. Dall’apertura lenta e sorprendentemente misurata alla graduale introduzione di enigmi complessi e piattaforme non sei mai del tutto sicuro di cosa aspettarti, soprattutto perché il gioco ha alcuni elementi fantasy e tuttavia la maggior parte dei tuoi avversari sono solo animali selvaggi e, alla fine, umani. .

Questo è ciò che rende l’iconico incontro con i dinosauri così inaspettato, perché viene dal nulla e non viene mai spiegato. È ancora teso ed emozionante anche adesso, dal momento che non puoi effettivamente uccidere la bestia, e siamo sempre rimasti sorpresi dal fatto che la serie non si sia mai impegnata a combattere criptidi e altre creature fantasy più di quanto faccia. Yeti e l’importantissimo drago di Tomb Raider 2 sono presenti, ma sembrano sempre un elemento secondario, nonostante siano molto più interessanti del semplice sparare a umani e animali in via di estinzione.

Tomb Raider I-III Remastered – che splendore (Foto: Aspyr)

Sebbene i remaster varrebbero semplicemente la pena con le nuove opzioni di controllo e una risoluzione più elevata, se premi il pulsante Seleziona in qualsiasi momento la grafica passa immediatamente a una versione del gioco dall’aspetto più moderno con un modello del personaggio molto più dettagliato per Lara, texture di migliore qualità e illuminazione migliorata. La geometria sottostante dei livelli è la stessa ma a parte questo potrebbe facilmente essere scambiata per un remake completo.

C’è anche una nuovissima modalità foto, una serie completa di obiettivi per ogni gioco e barre della salute per i nemici durante le battaglie contro i boss, così puoi vedere se stai effettivamente causando danni o meno.

La nostra unica vera lamentela con i remaster è che non offrono assolutamente alcun aiuto quando si tratta di salvare. Non esiste un sistema di salvataggio automatico o funzionalità di rimasterizzazione comuni come il riavvolgimento, ma puoi semplicemente salvare manualmente quando vuoi. Questo è il modo in cui funzionava la versione per PC all’epoca, ma è un errore indesiderato e siamo stati colti di sorpresa più di una volta dall’opzione predefinita che prevedeva il caricamento anziché il salvataggio, il che ha causato molti strappi di capelli quando ci siamo resi conto che avremmo semplicemente cancellato 30 minuti di progresso.

Più tendenze

Leggi altre storie

Inoltre, prevedibilmente, non ci sono caratteristiche museali o dettagli dietro le quinte, anche se il prezzo basso aiuta a perdonarlo più facilmente del solito con una versione retrò. Forse la cosa peggiore della compilation è che ti fa sentire nostalgico per Tomb Raider e poi, proprio mentre inizi a chiederti cosa potrebbe essere il prossimo per il franchise, ti rendi conto dello stato precario in cui si trova ora lo sviluppatore Crystal Dynamics, di proprietà di l’incompetente Gruppo Embracer.

Si suppone che un nuovo gioco sia in fase di sviluppo, che non sia un seguito diretto dei giochi più recenti, ma finora non c’è stata alcuna indicazione reale su come sarà. Possiamo solo sperare che si tratti di un ritorno alla forma per il franchise, perché anche se Lara stessa merita più tempo sotto i riflettori, i giochi stessi sono altrettanto importanti per la storia dei videogiochi e c’è ancora molto che si può fare con i loro giochi. premessa.

Tomb Raider I-III rimasterizzato

In breve: Un set di rimasterizzazioni sorprendentemente buono, che presenta la trilogia originale per PS1 nella migliore luce possibile e con alcune opzioni molto gradite per controlli e grafica moderni.

Professionisti: I giochi resistono in modo sorprendente e sono molto diversi dai titoli moderni. Eccellenti rimasterizzazioni che migliorano la grafica e i controlli molto più di quanto ti aspetteresti. Prezzo ragionevole.

Contro: I giochi sono, ovviamente, vecchi, con molti più tentativi ed errori e morti istantanee di quanto ti aspetteresti oggi. I controlli moderni non sempre funzionano bene con il vecchio design dei livelli basato sulla griglia.

Punto: 8/10

Formati: PlayStation 5 (recensito), Xbox One, PlayStation 4, Xbox Series X/S e PC
Prezzo: £ 24,99
Editore: Aspyr
Sviluppatore: Sabre Interactive (originale: Core Design)
Data di uscita: 14 febbraio 2024
Età nominale: 18

Invia un’e-mail a info@bressongame.com, lascia un commento qui sotto e seguici su Twitter.

DI PIÙ: I remaster di Tomb Raider presentano controlli aggiornati e oltre 200 trofei

DI PIÙ: Lo studio Tomb Raider Reloaded ha chiuso tre settimane dopo il rebranding

ALTRO: Square Enix spiega finalmente perché ha venduto Tomb Raider e Crystal Dynamics

Segui Metro Gaming su Twitter e inviaci un’e-mail a info@bressongame.com

Per inviare lettere di posta in arrivo e funzionalità di Reader più facilmente, senza la necessità di inviare un’e-mail, utilizza semplicemente la nostra pagina Invia materiale qui.

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina di gioco.

Iscriviti per tutti i contenuti di gioco esclusivi, le ultime versioni prima che vengano viste sul sito.

Informativa sulla privacy » Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano l’Informativa sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Gli spin-off di Elder Scrolls e Fallout di Obsidian rifiutati da Bethesda
Gli spin-off di Elder Scrolls e Fallout di Obsidian rifiutati da Bethesda
Recensione di Kloot Arena - "Knock su sfere arrabbiate!"
Recensione di Kloot Arena - "Knock su sfere arrabbiate!"
Recensione di Eversoul - "Animazioni di prim'ordine per i fan delle cose luccicanti"
Recensione di Eversoul - "Animazioni di prim'ordine per i fan delle cose luccicanti"
Migliori offerte di gioco nel Regno Unito: Tekken 8 e Suicide Squad già a metà prezzo
Migliori offerte di gioco nel Regno Unito: Tekken 8 e Suicide Squad già a metà prezzo
Anteprima di Final Fantasy XVI - Sono solo un Eikon Living
Anteprima di Final Fantasy XVI - Sono solo un Eikon Living
Wings to Mars verrà presto lanciato su Honkai Impact 3rd
Wings to Mars verrà presto lanciato su Honkai Impact 3rd
Pokemon Go lancia la stagione 10: Rising Heroes con un sacco di nuovi eventi e Pokemon da catturare
Pokemon Go lancia la stagione 10: Rising Heroes con un sacco di nuovi eventi e Pokemon da catturare
Sea Of Thieves in arrivo su PS5 e Nintendo Switch affermano le ultime indiscrezioni
Sea Of Thieves in arrivo su PS5 e Nintendo Switch affermano le ultime indiscrezioni
A Tiny Sticker Tale, un gioco di avventura in miniatura di prossima uscita, uscirà su dispositivi mobili tra poche settimane
Sì, Vostra Grazia Recensione - "Per il re e la patria!"
Sì, Vostra Grazia Recensione - "Per il re e la patria!"