Bresson Game

Recensione di Prince Of Persia: The Lost Crown – disinnescare la rabbia generica

Recensione di Prince Of Persia: The Lost Crown – disinnescare la rabbia generica


Prince Of Persia: The Lost Crown – non è il principe ma è ambientato in Persia (Foto: Ubisoft)

Ubisoft riporta finalmente in vita il franchise di Prince Of Persia, in quello che è uno dei migliori giochi Metroidvania 2D degli ultimi anni.

Non vogliamo far sentire vecchio nessuno, ma Prince Of Persia: The Sands Of Time compirà 20 anni questo autunno. Non c’è ancora alcun segno del remake promesso da tempo, ma considerando come appariva nelle prime anteprime è difficile dire se sia una cosa negativa o meno. La serie ha una storia 2D che risale a molto prima, ma The Sands Of Time ha rappresentato un’importante pietra miliare nell’evoluzione del platform d’azione 3D e presentava una serie di innovazioni tra cui… simpatici protagonisti.

Sfortunatamente, ciò rimane raro oggi come lo era allora, con l’eredità di Le Sabbie del Tempo che è stata macchiata dai suoi immediati seguiti, che trasformarono il principe in un ringhioso sociopatico, fumante di rabbia generica, e improvvisamente iniziò a vestire i suoi personaggi femminili. in attrezzatura fetish. La serie non si è mai ripresa da quell’indesiderato cambio di direzione e, soprattutto dopo essere stata sostituita dal superficialmente simile Assassin’s Creed, sembrava che non sarebbe mai più tornata.

The Lost Crown è la prova gradita che non è vero, ma presenta diversi avvertimenti: non ha come protagonista il principe, il gameplay ha più in comune con un moderno Metroidvania che con i vecchi giochi 2D e, inspiegabilmente, il nuovo personaggio Sargon. è ritratto con un ringhio permanente sul volto. A parte questo, però, è davvero un bel gioco.

Ad essere onesti, Sargon, non è poi così male. Anche se le scene tagliate implicano che sia costantemente arrabbiato, non necessariamente appare così nei dialoghi. L’approccio però è sconcertante. C’è un meme vecchio di 20 anni sul principe originale che si è trasformato in un cliché pieno di rabbia, quindi avresti pensato la primissima cosa sulla lavagna del design di Ubisoft, proprio sopra ???? e Profitto sarebbe “Assicurati che il personaggio principale sia simpatico e affascinante”.

A quanto pare, la narrazione non è uno dei punti forti di The Lost Crown, poiché hai il compito di salvare il principe e affrontare vari esseri divini. Sargon è il membro più giovane di una sorta di squadra di supereroi dell’antica Persia, con costumi colorati e dialoghi che sembrano usciti da un cartone animato del sabato mattina. La trama, nel frattempo, è un pasticcio confuso e mentre si diletta con l’idea di paradossi temporali non fa mai nulla di coerente con il concetto.

Sebbene ci sia qualche cenno occasionale al vecchio Prince Of Persias in 2D, l’altra influenza principale qui, sorprendentemente, è Dark Souls. Il gioco non è così difficile come sembra, ma certamente non è facile e, sebbene il combattimento sia solitamente una parte relativamente minore di un Metroidvania, qui è davvero piuttosto coinvolto, con alcune battaglie contro i boss estremamente difficili, ma molto soddisfacenti.

L’azione corpo a corpo è semplice in termini di controlli ma offre una quantità impressionante di sfumature, con la possibilità di destreggiarsi tra i nemici e usare attacchi aerei quasi come in un gioco di combattimento. I giocatori alle prime armi possono semplicemente premere all’infinito l’unico pulsante di attacco, ma una volta che sai cosa stai facendo concatenarai combo e proseguirai con contrasti scorrevoli e attacchi caricati.

Gran parte del combattimento si basa sulla parata, con un sistema di codifica a colori che ricorda Sekiro: Shadows Die Twice, dove gli attacchi rossi possono solo essere evitati ma quelli gialli offrono un’opportunità per fare danni extra se riesci a parare correttamente – o lasciati vulnerabile se sbagli i tempi. All’inizio sembra eccessivamente difficile e il primo boss non è gentile, ma presto imparerai a non procedere alla cieca e invece a tenere d’occhio esattamente cosa stanno facendo i nemici.

Man mano che avanzi, sblocchi un arco e un chakram, il primo ha un inventario limitato di frecce ed entrambi tornano utili per risolvere enigmi e combattere i cattivi. Un misuratore speciale indica la quantità di Athra che hai, che si ottiene esibendosi bene in combattimento e ti consente di utilizzare una serie di abilità speciali, da un raggio laser a una zona di guarigione. Esistono 10 poteri di questo tipo, ma devi scegliere quali due equipaggiare, scambiandoli nell’equivalente del gioco di un falò.

In omaggio a Le Sabbie del Tempo, ci sono anche una serie di poteri temporali, che vengono sbloccati in sequenza e ti permettono di fare cose come lo scatto aereo, il teletrasporto e il doppio salto. È strano che nessuno di essi coinvolga il riavvolgimento del tempo, ma il teletrasporto merita un elogio speciale, poiché sebbene sia a corto raggio è altamente flessibile e può essere utilizzato in modo intelligente sia nelle battaglie con i boss che nella risoluzione di enigmi.

Il gioco ha una gamma complessa di abilità e oggetti diversi, inclusi amuleti che garantiscono vantaggi passivi, valute e risorse multiple, oggetti della tradizione da scoprire e personaggi ricorrenti che offrono ricompense uniche per aver completato le loro missioni opzionali.

Prince Of Persia: The Lost Crown – a volte sembra addirittura un gioco di Prince Of Persia (Foto: Ubisoft)

Con così tante cose da fare, The Lost Crown rischia di sembrare troppo imbottito, ma nonostante abbia una curva di apprendimento ripida, tutti i diversi elementi si integrano bene e il volume delle opzioni conferisce profondità e varietà autentiche al procedimento.

Se ti senti sopraffatto, puoi optare per un’esperienza “guidata” che rende più ovvio dove dovresti andare e cosa bisogna fare. Le cose possono certamente creare confusione quando si segue l’approccio predefinito di Dark Souls, anche se abbiamo molto apprezzato la possibilità di aggiungere screenshot alla mappa: una funzionalità che abbiamo subito iniziato a desiderare fosse presente in altri giochi, inclusi numerosi titoli Nintendo.

Altro: Tendenze

Nonostante il peso delle opzioni, The Lost Crown non può fare a meno di sembrare un po’ generico, soprattutto perché la telecamera rimpicciolita e il design visivo rigoroso fanno ben poco per creare un look unico per il gioco. Potresti aver pensato che sarebbe stato un motivo per appoggiarti all’eredità del franchise, ma se non fosse per il nome a malapena indovineresti che fosse correlato.

Questo però non ha importanza, non quando si tratta di decidere se The Lost Crown è un buon gioco o meno, e decisamente lo è. Potrebbe non essere particolarmente originale, ma la sua fitta gamma di opzioni funziona molto bene insieme e il design dei puzzle, la disposizione dei livelli e le battaglie contro i boss sono tutti eccellenti. Questo non è un ottimo gioco di Prince Of Persia, ma è un ottimo gioco che si chiama Prince Of Persia.

Riepilogo della recensione di Prince Of Persia: The Lost Crown

In breve: Ha poca somiglianza con i suoi predecessori, ma The Lost Crown è uno dei migliori giochi Metroidvania degli ultimi anni e una sfida molto divertente.

Professionisti: Eccellente sistema di combattimento che è ingannevolmente complesso, nonostante i controlli semplici. Ottimo design dei livelli, enigmi e battaglie contro i boss altamente soddisfacenti. Una lunga avventura piena di segreti.

Contro: Come Metroidvania non fa davvero nulla di nuovo, né a livello macro né in termini di abilità e ostacoli individuali. Narrazione poco coinvolgente e concetti di controllo del tempo sottoutilizzati.

Punto: 8/10

Formati: PlayStation 5 (recensito), Xbox One, PlayStation 4, Nintendo Switch, Xbox Series X/S e PC
Prezzo: £ 44,99
Editore: Ubisoft
Sviluppatore: Ubisoft Montpellier
Data di uscita: 18 novembre 2023
Età nominale: 16

Invia un’e-mail a info@bressongame.com, lascia un commento qui sotto, seguici su Twitter e iscriviti alla nostra newsletter.

ALTRO: Intervista a Prince Of Persia: The Lost Crown – “il tempismo è musica”

ALTRO: Prince Of Persia: The Lost Crown è davvero fantastico, purché nessuno parli

ALTRO: Prince Of Persia: The Lost Crown è un metroidvania 2D in cui non giochi nei panni del Principe

Segui Metro Gaming su Twitter e inviaci un’e-mail a info@bressongame.com

Per inviare lettere di posta in arrivo e funzionalità di Reader più facilmente, senza la necessità di inviare un’e-mail, utilizza semplicemente la nostra pagina Invia materiale qui.

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina sui giochi.

Iscriviti per tutti i contenuti di gioco esclusivi, le ultime versioni prima che vengano viste sul sito.

Informativa sulla privacy » Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano l’Informativa sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Il presidente di GameStop afferma che le unità disco nelle console "dovrebbero essere obbligatorie"
Il presidente di GameStop afferma che le unità disco nelle console "dovrebbero essere obbligatorie"
Twitch lancia il feed di scoperta per iOS e Android
Twitch lancia il feed di scoperta per iOS e Android
Anteprima di Forspoken - La stagione degli ammanettamenti ad Athia
Anteprima di Forspoken - La stagione degli ammanettamenti ad Athia
Broken Sword 6: Parzival's Stone arriverà presto su dispositivi mobili insieme al rinnovamento del gioco originale del 1996
Broken Sword 6: Parzival's Stone arriverà presto su dispositivi mobili insieme al rinnovamento del gioco originale del 1996
Pacchetto hardware Nintendo Switch Mario Choose One in arrivo per il MAR10 Day
Pacchetto hardware Nintendo Switch Mario Choose One in arrivo per il MAR10 Day
Assassin's Creed 4: Black Flag sta ricevendo una voce completa sulle affermazioni del remake
Assassin's Creed 4: Black Flag sta ricevendo una voce completa sulle affermazioni del remake
I pianeti di Starfield sono volutamente "noiosi", afferma Bethesda
I pianeti di Starfield sono volutamente "noiosi", afferma Bethesda
Recensione di Dawncaster - "Gioco premium per gli appassionati di costruttori di mazzi roguelike (a cui puoi giocare offline!)"
Recensione di Dawncaster - "Gioco premium per gli appassionati di costruttori di mazzi roguelike (a cui puoi giocare offline!)"
Recensione: Cyberpunk 2077: Phantom Liberty è una revisione trasformativa
Recensione: Cyberpunk 2077: Phantom Liberty è una revisione trasformativa
Cookie Run: Kingdom introduce Fettuccine Cookie e un nuovo evento della storia nell'ultimo aggiornamento
Cookie Run: Kingdom introduce Fettuccine Cookie e un nuovo evento della storia nell'ultimo aggiornamento