Bresson Game

Lera Lynn di Endless Dungeon parla della musica per i giochi, del suo lavoro da “vero detective”, della scrittura durante una pandemia e altro ancora

Lera Lynn di Endless Dungeon parla della musica per i giochi, del suo lavoro da "vero detective", della scrittura durante una pandemia e altro ancora


Endless Dungeon di Sega arriverà su PlayStation, Xbox e PC il mese prossimo e, prima della sua uscita, abbiamo parlato con la cantautrice Lera Lynn, che ha scritto nuove canzoni originali che vengono riprodotte durante il gioco. Lynn è una musicista che è apparsa anche in cose come la serie True Detective della HBO, dove ha interpretato un musicista nell’universo in un bar nella seconda stagione dello show. Ha esperienza lavorando sulla musica per la TV, i film e ora, grazie a Endless Dungeon, sui giochi.

Abbiamo parlato con Lynn dei processi di creazione della musica per questi mezzi, delle differenze e delle somiglianze, delle canzoni che compaiono in Endless Dungeon e altro ancora. Godetevi la nostra intervista qui sotto!

Informatore di giochi: Come sei stato coinvolto in Endless Dungeon?

Lera Lynn: Onestamente, penso che alcune persone a [Amplitude Studios] erano solo fan organici, per quanto strano possa sembrare. E sono venuti da me e mi hanno detto: “Ci piace la tua musica. Saresti interessato a lavorare sulla colonna sonora?”

E questo è il primo gioco su cui hai lavorato, giusto? Com’è stato?

Lynn: È stato divertente. Sai, c’è sempre una curva di apprendimento quando lavori con un nuovo mezzo, ma il team di Amplitude è stato estremamente disponibile e flessibile. Fondamentalmente mi hanno dato il controllo creativo sui miei contributi e non posso chiedere niente di più.

Lera Lynn

Essendo qualcuno che crea musica da solo, com’è entrare in un progetto in cui ci sono già temi, un mondo e un personaggio, e ti viene assegnato il compito di scrivere musica per adattarli?

Lynn: Onestamente, è molto più semplice. Mi piace prendermi un po’ più di tempo. Questo progetto è ovviamente un’impresa enorme, dall’inizio alla fine. È l’intera creazione del gioco. Mi è piaciuto come il processo sia stato più lungo e ci abbia concesso più tempo per rendere la musica quello che volevamo che fosse.

Quando hai aderito a questo progetto, che tipo di guida hai ricevuto?

Lynn: Inizialmente, avevano bisogno della canzone con un trailer, e in un certo senso mi hanno dato la premessa del gioco, e mi hanno concesso qualche giorno. Questa è stata in realtà la svolta più rapida dell’intero progetto. Ho scritto circa metà della canzone perché doveva solo adattarsi al trailer, ovvero circa due minuti o giù di lì, l’ho consegnata e poi sono tornato indietro, ho esteso la canzone e ho realizzato una versione completa. Sono passati anni ormai, ma una delle canzoni si intitola “The Garden” e il messaggio era “un invito all’azione”, come una canzone di battaglia, allegra e ad alta energia. E conoscevo parte del vernacolo che mi avevano dato dal gioco in modo da poterlo incorporare nei testi.

Ma per me era anche molto importante assicurarmi che la musica fosse ancora applicabile anche al di fuori del gioco, affinché le persone potessero semplicemente ascoltarla, perché prima di tutto sono un artista, ed è proprio lì che va la mia mente. Quindi ho preso la tradizione del gioco e ho provato a inserirla nella vita moderna e a fare in modo che anche qualcuno che non sa nulla del gioco potesse, non so, spero, relazionarsi con esso in qualche modo.

Ne scrivevo molto durante la pandemia. Quindi ora, quando ascolto i testi, provo molto isolamento e paura. E ci sono alcune sfumature politiche. Penso che tutto ciò sia utile per il gioco, ma è interessante ripensarci e vedere come quella situazione abbia influenzato anche la musica.

Cosa pensi del fatto che le persone colleghino la tua musica a un’esperienza vissuta altrove, come ascoltare una traccia adesso e ricordarla da True Detective o, un giorno, da Endless Dungeon forse?

Lynn: Penso che ogni singola canzone abbia una vita propria. Anche se non è mai associato a un film o alla TV, c’è una certa arte nella vita delle canzoni, come il modo in cui mi relaziono da solo quando le scrivo rispetto a come queste cambiano e crescono con il pubblico. E poi ovviamente le canzoni vanno da sole, e finiscono nelle case e nelle macchine delle persone. Non ho idea di come le persone si relazionino alla musica e di come questa arrivi a loro, ma è incredibile. È davvero un viaggio interessante.

[Editor’s Note: Below is a clip from the first episode of HBO’s second season of True Detective featuring Lynn singing “My Least Favorite Life.”]

Endless Dungeon è in lavorazione da anni e tu hai scritto la musica per esso anni fa. Com’è come artista ogni volta che hai anni per sederti su una canzone? Ci ripensi più tardi, dicendo “Oh, vorrei aver fatto questo invece” o qualcosa del genere?

Lynn: Questa è una domanda interessante. Quando sei nel bel mezzo della realizzazione, dici: “Sì, è così bello”. E poi passano un paio di mesi, ci lavori sopra, analizzi ogni singolo dettaglio e raggiungi un punto in cui dici “Ahhh, lo odio dannatamente”. Lo metti a letto per un po’, e non lo ascolti, e poi torni forse sei mesi, o, sai, un anno dopo, in questo caso, e io dico: “In realtà è carino fantastico. Mi piace davvero, sono orgoglioso di questo lavoro.” Ma questo è il ciclo per me con tutta la musica. Penso che ci sia sempre il senno di poi. Puoi sempre sentire le aree in cui avresti fatto le cose diversamente perché stai crescendo, imparando e migliorando in quello che fai, si spera, quindi è sempre lì. Ma sicuramente mi sento molto orgoglioso di questa musica e davvero entusiasta che la gente la ascolti.

Puoi parlarmi di “Free Again?”

Lynn: Beh, questo è stato scritto durante il lockdown. Inoltre, in quel periodo avevo un bambino appena nato. Quindi, ad essere onesti, è un po’ confuso realizzarlo. Lo abbiamo fatto molto velocemente. Penso che volessero che quella canzone incapsulasse in qualche modo il concetto del gioco in generale: che stai cercando di alimentare la stazione spaziale, tornare a casa ed essere libero. Sei intrappolato e vieni inseguito da questi mostri: si trattava solo di provare a inserirlo nei moderni testi in linguaggio adulto. Essere in grado di relazionarci così tanto con questo, essere in isolamento e in isolamento e ogni giorno, svegliarci e fare la stessa cosa ancora e ancora. E per gli americani, cose come il movimento Black Lives Matter, come ogni genere di cose, si stavano appena scatenando. Ed era bello, ma allo stesso tempo veniva mostrata molta bruttezza. Ho cercato di essere solo uno specchio e di metterlo nella musica, ed è tutto lì dentro. Inoltre, stavo attraversando una depressione postpartum ed è stato un periodo pazzesco. C’è molto in quella canzone.

Com’è avere non solo delle canzoni in un gioco ma anche avere un personaggio al suo interno?

Lynn: Non ho ancora idea di cosa significhi perché il gioco non è ancora uscito. Sarà così interessante da vedere. Un aspetto che penso sia sorprendente è che la musica è diagetica. L’ho imparato dal team di Amplitude. Questo è uno dei motivi per cui la musica è stata creata con così tanto anticipo perché è interattiva con i musicisti. Credo che possano far sì che le diverse persone nella band suonino cose diverse, [with] trigger per le canzoni. Non l’ho ancora visto in azione, quindi non sono esattamente sicuro di come funzionerà. Non vedo l’ora di vederlo. Sarà incredibile. E poi ovviamente, avere un avatar del tipo, sì, non avrei mai, mai sognato che ciò accadesse. Non so se hai visto i video delle performance dal vivo di “Free Again” e “In The Garden”, ma indosso il costume dell’avatar, quindi è piuttosto meta.

È una coincidenza che in Endless Dungeon canti canzoni nel saloon, e poi in True Detective, canti canzoni in un bar in quella stagione?

Lynn: Sì, no, faccio musica solo nei bar. Questa è la mia cosa. Non sono ammessi stadi.

Sei stato tipizzato.

Lynn: Sì, adoravano quel personaggio di True Detective e volevano inserirlo nel gioco, credo. Per alcuni aspetti sì, non puoi fare a meno di unire questi punti.

Endless Dungeon ha un’atmosfera molto occidentale, ma è ambientato nello spazio. Le due canzoni che ho ascoltato hanno uno stile molto americano. Era importante per te o hai accarezzato l’idea di aggiungervi più elementi fantascientifici? Posso dire che la gente ha eseguito queste canzoni con strumenti e non era un computer, un sintetizzatore o qualcosa del genere.

Lynn: Penso che questo sia ciò che lo rende interessante, questo tipo di giustapposizione. Essendo qualcuno che non è un giocatore, mi aspetterei che la musica e i giochi fossero più sintetizzati e digitali. Quindi spero che sia una giustapposizione interessante. E poi dirò che una volta scritte e registrate le canzoni con una band dal vivo a Nashville, le abbiamo inviate ad Amplitude, e poi [composer Arnaud Roy], che lavora alla musica di Amplitude, ha anche aggiunto molti elementi di gioco per collegarlo a quel mondo, quindi questo è un aspetto interessante della produzione. È divertente che tu lo chiami Americana perché, per me, non è Americana; è come l’indie rock, ma sai, io sono me stesso, quindi non riesco davvero a vedere.

Oh sì, riesco a vedere l’indie rock. Penso che forse, visto che vedo questo gioco che è un western e poi lo sento indie rock, la mia mente dice: “Okay, è molto americano”, sai?

Lynn: Sì, beh, non c’è una risposta sbagliata. È interessante sentire feedback e tu sei la prima persona da cui ho davvero ricevuto feedback.

Beh, è ​​fantastico. Mi piace legittimamente quello che ho sentito finora.

Lynn: Grazie grazie.

Cosa speri che i giocatori traggano dal tuo coinvolgimento – dalla tua musica – in Endless Dungeon?

Lynn: Spero che la musica sia qualcosa che desiderano anche al di fuori del gioco. Spero che possano relazionarsi ad esso a livello umano e relazionarsi con esso nelle loro vite. Questo è il mio lavoro come cantautore: non solo creare l’atmosfera di un gioco, ma creare qualcosa in cui le persone possano affondare i denti.

Fantastico, quindi queste sono tutte le mie domande. C’è qualcosa che non ho toccato e che vuoi aggiungere?

Lynn: Penso che sia grandioso come Amplitude metta le donne in posizioni di potere in questo gioco; non solo nei personaggi, ma nell’assunzione di donne dal lato creativo. Penso che valga la pena menzionarlo perché non ci sono molte donne che producono musica, e non ci sono molte donne che producono musica per i videogiochi. Questo è davvero importante.

Endless Dungeon arriverà su PlayStation 5, Xbox Series X/S, PlayStation 4, Xbox One e PC il 19 ottobre.

Mentre aspetti la sua uscita, leggi l’anteprima pratica di Endless Dungeon di Game Informer dopo aver provato il gioco alla Gamescom dell’anno scorso.

Il remake di Silent Hill 2 in uscita a maggio suggerisce una fuga di notizie
Il remake di Silent Hill 2 in uscita a maggio suggerisce una fuga di notizie
La saga di Xbox Activision si trascina mentre l'Europa dà il via libera all'acquisizione
La saga di Xbox Activision si trascina mentre l'Europa dà il via libera all'acquisizione
Nvidia GeForce NOW aggiunge Disney Dreamlight Valley e Monster Hunter Rise tra gli altri titoli alla libreria questo mese
Nvidia GeForce NOW aggiunge Disney Dreamlight Valley e Monster Hunter Rise tra gli altri titoli alla libreria questo mese
Super Mario Bros. Wonder è un'evoluzione di Mario elegante e sorprendente
Super Mario Bros. Wonder è un'evoluzione di Mario elegante e sorprendente
Anteprima di Star Wars Jedi: Survivor - Forza che spinge in avanti
Anteprima di Star Wars Jedi: Survivor - Forza che spinge in avanti
Anteprima di Mortal Kombat 1: un altro capitolo sanguinoso
Anteprima di Mortal Kombat 1: un altro capitolo sanguinoso
Ai proprietari di PS5 nel Regno Unito potrebbero essere dovuti fino a £ 500 nella causa Sony
Ai proprietari di PS5 nel Regno Unito potrebbero essere dovuti fino a £ 500 nella causa Sony
Idoly Pride ospita il suo primo evento di collaborazione con la leggendaria pop star giapponese Hatsune Miku
Idoly Pride ospita il suo primo evento di collaborazione con la leggendaria pop star giapponese Hatsune Miku
Anteprima di Mortal Kombat: Onslaught - Come Mortal Kombat affronta il genere dei giochi di ruolo da collezione di eroi
Anteprima di Mortal Kombat: Onslaught - Come Mortal Kombat affronta il genere dei giochi di ruolo da collezione di eroi
Bunny Haven ti permette di costruire un giardino pieno di teneri coniglietti mentre ti insegna l'eticità del possesso di animali domestici
Bunny Haven ti permette di costruire un giardino pieno di teneri coniglietti mentre ti insegna l'eticità del possesso di animali domestici