Bresson Game

Per favore, tocca la recensione di Artwork 2 – Undead Ensors e pittura ad olio sconcertante

Per favore, tocca la recensione di Artwork 2 - Undead Ensors e pittura ad olio sconcertante



  • Un’esperienza puzzle basata sulla pittura che mira a mettere in risalto il lavoro del pittore fiammingo James Ensor
  • Per favore, Touch the Artwork 2 è un gioco completamente gratuito ora disponibile su iOS, Android e PC

Quando si parla di “giochi per sempre”, pensiamo spesso a donazioni di beneficenza o altre iniziative (qualcosa come il recente traguardo del milione di alberi piantati da Treesplease Games per gentile concessione dei giocatori di Longleaf Valley).

Ma possono i giochi suscitare l’amore per l’arte tradizionale ed evidenziare la bellezza dei dipinti, pur rimanendo divertenti e interattivi? Questa è una sfida che Please, Touch the Artwork 2 sta cercando di affrontare. Questo è stato sviluppato dal team individuale Thomas Waterzooi, che ha sviluppato il gioco con l’assistenza del governo fiammingo per contribuire a mettere in risalto il lavoro del famoso artista moderno James Ensor.

In esso esplorerai i suoi dipinti, risolverai enigmi e incontrerai personaggi eccentrici, il tutto imparando ad apprezzare le opere di questo artista meno conosciuto ma comunque affascinante. Ma ci riesce? Bene, scopriamolo…

Sinossi

Non esiste una “storia” o una trama complessa per Please, Touch the Artwork 2. Dopotutto è un tipo di gioco molto astratto. Giocherai nei panni del fantasma del famoso artista James Ensor, vagando da un dipinto all’altro e risolvendo enigmi mentre procedi. Tutto questo viene fatto con l’obiettivo di riparare gradualmente i buchi nel dipinto, svolgere compiti per personaggi eccentrici – come il leader di una banda musicale ossessionato dai baffi, un’anziana signora amante dei gatti o semplicemente un ubriaco in un bar sulla spiaggia – e infine vai avanti una volta trovate le assi per riparare il cavalletto finale.

Anche se non c’è niente oltre a questo, ogni sezione del gioco è suddivisa in temi che si adattano ai dipinti utilizzati. Ad esempio, il prologo presenta numerosi dipinti sulla spiaggia o rustici, mentre La città è ambientata in una serie di ambienti urbani o interni. È un modo ingegnoso di mettere insieme dipinti non collegati in quello che sembra un mondo vivente e coerente.

Puzzle

Se ti aspetti una sfida che scioglierà il cervello, potresti rimanere un po’ deluso. Per favore, Touch the Artwork 2 fa ben poco per sfidare il giocatore oltre ai semplici enigmi di oggetti nascosti, al disegno di linee e all’occasionale sequenza di “trova le differenze”. Questo non vuol dire che nessuno di questi sia facile, anzi, tutt’altro.

I puzzle con oggetti nascosti sono la pietra angolare del gameplay. Mentre ti muovi avanti e indietro attraverso i dipinti, scoprirai che i personaggi fanno apparire palloncini con i pensieri che indicano l’oggetto desiderato. Trovane abbastanza e saranno abbastanza soddisfatti da spostare o alterare in altro modo la scena che ti consente di progredire.

Il disegno della linea avviene quando scopri uno strappo nei dipinti ed è necessario per progredire. Ancora una volta, questi non rappresentano una grande sfida ma sono dei validi rompicapo. Basta guidare la benda dal punto A al punto B senza tornare indietro o oltrepassare la linea esistente. Sono tutte cose che hai già visto prima.

Tuttavia, se sei un fan di questo tipo di gameplay, o anche se non lo sei, scoprirai che sono eseguiti con competenza e il modo in cui questi enigmi integrano l’ambiente è piuttosto intelligente. Ma se rimani bloccato, un semplice sistema di suggerimenti ti consente di sapere se l’oggetto desiderato è o meno sullo schermo e toccandolo ne verrà evidenziato almeno uno.

Grafica

Forse la parte più importante del gioco è la grafica. Certo, questo non è Unreal Engine 5, la grafica super traballante RTX in tempo reale, ma quando un gioco è incentrato sull’arte, è importante che detta arte sia ben rappresentata. E questo è assolutamente vero per Please, Touch the Artwork 2. Attraverso un uso intelligente della manipolazione, dell’animazione e di altri editing, questi diversi dipinti statici prendono vita. Non le confonderai con scene animate, ma il tocco di colore e movimento aiuta a garantire che questa non sia semplicemente un’esperienza “solo per gli occhi”.

Anche la leggibilità è migliorata, con lo scheletro animato di Ensor reso in un semplice bianco e nero, rendendo chiaro dove ti trovi sullo schermo. Penso che l’unica cosa che manca siano forse alcuni sottili indizi su dove andare, poiché anche se non ti ritroverai a perderti completamente, tornare indietro per trovare un altro percorso non è un evento raro. Fortunatamente, una grande freccia indica quando hai trovato il prossimo dipinto in cui entrare.

Quello che non mi piace

Probabilmente c’è ben poco di sbagliato in Please, Touch the Artwork 2. Ma la mia lamentela principale è che i puzzle “Trova le differenze” interrompono troppo il flusso del gioco. Anche se è bello che ti incoraggino a esaminare in profondità alcune delle opere di Ensor, puoi sentire i tuoi occhi sforzarsi di cogliere i dettagli. Questo è vero sullo schermo di un PC di grandi dimensioni e ancora di più sullo schermo di un telefono più piccolo. E sebbene tu abbia il sistema di suggerimenti per aiutarti durante il resto del gioco, queste sequenze sono evidentemente prive di qualsiasi tipo di assistenza.

Inoltre, anche se alcuni potrebbero non essere d’accordo, personalmente sono un fan dei giochi che offrono voci enciclopediche approfondite facoltative o altre informazioni facoltative in cui immergersi. Non è adatto a tutti i giochi, ma sarebbe carino che Please, Touch the Artwork 2 avesse offerto una breve biografia di Ensor e magari i nomi di ogni dipinto che visiti. Allo stato attuale, qualcuno che gioca esclusivamente per il gioco potrebbe apprezzarlo in questo momento, ma non necessariamente imparerà di più sulla storia e sul background di quest’uomo affascinante.

Conclusione

Nel complesso, Please, Touch the Artwork 2 è un’esperienza semplice ma divertente. Con il suo stile grafico unico e il suo gameplay che lo sfrutta, direi che è un puzzle game abbastanza decente. Per quanto riguarda l’educazione artistica, penso che si potrebbe andare un po’ oltre per mostrare maggiormente il background di James Ensor e informare il giocatore, anche se solo con extra opzionali. Ma, dato che questo gioco è disponibile al prezzo bassissimo di assolutamente gratuito, mi sarebbe difficile non consigliarlo. Provatelo oggi stesso, su smartphone (iOS e Android) o PC!

E se stai cercando nuovi giochi con cui giocare, perché non dai un’occhiata ad alcune delle nostre altre recensioni? Come il gioco di creazione Potion Permit, o se sei più interessato all’hardware, puoi anche dare un’occhiata alla nostra recensione pratica del gamepad REDMAGIC Shadow Blade.

Gli sviluppatori di Call Of Duty hanno perso fino al 30% del personale a causa dei tagli ai posti di lavoro
Gli sviluppatori di Call Of Duty hanno perso fino al 30% del personale a causa dei tagli ai posti di lavoro
Snowbreak: Containment Zone raggiunge un milione di pre-registrazioni prima del closed beta test
Snowbreak: Containment Zone raggiunge un milione di pre-registrazioni prima del closed beta test
Dalla recensione di Eva With Green - "Bello da guardare, non così delizioso da tenere in mano"
Dalla recensione di Eva With Green - "Bello da guardare, non così delizioso da tenere in mano"
TapTap Universe è un gioco di ruolo inattivo a tema fantascientifico che ora è aperto per la pre-registrazione su iOS e Android
TapTap Universe è un gioco di ruolo inattivo a tema fantascientifico che ora è aperto per la pre-registrazione su iOS e Android
Divineko è un puzzle game semplice ma impegnativo ora disponibile su Google Play e App Store
Divineko è un puzzle game semplice ma impegnativo ora disponibile su Google Play e App Store
Warhammer 40,000: Tacticus introduce la Tyrant Guard e lo Screamer-Killer nell'ultimo aggiornamento
Warhammer 40,000: Tacticus introduce la Tyrant Guard e lo Screamer-Killer nell'ultimo aggiornamento
Karl-Anthony Towns è ora il volto del prossimo gioco di basket NBA Infinite
Karl-Anthony Towns è ora il volto del prossimo gioco di basket NBA Infinite
I preordini dell'edizione Starfield Constellation sono attivi e costano £ 250
I preordini dell'edizione Starfield Constellation sono attivi e costano £ 250
Arena Breakout lancerà la stagione 3, Enter The Vault, il 19 gennaio
Arena Breakout lancerà la stagione 3, Enter The Vault, il 19 gennaio
PAW Patrol Academy offre contenuti educativi interattivi ambientati nell'universo PAW Patrol
PAW Patrol Academy offre contenuti educativi interattivi ambientati nell'universo PAW Patrol