Bresson Game

Mask of the Lunar Eclipse è un fedele remaster per Wii, fino all’eccesso

Mask of the Lunar Eclipse è un fedele remaster per Wii, fino all'eccesso


Dei cinque giochi principali della serie Fatal Frame (nota come Project Zero in Europa), solo uno non è mai stato pubblicato in occidente.

Mask of the Lunar Eclipse è stato rilasciato su Wii nel 2008, ma solo nel suo nativo Giappone. I fan desiderosi di giocarci in occidente hanno dovuto importarne una copia, modificare il loro Wii e applicare una patch di traduzione di terze parti per provarlo correttamente.

Alla fine, circa 15 anni dopo, Mask of the Lunar Eclipse ha finalmente ricevuto una versione occidentale, oltre a un moderno remaster visivo. Il problema è che questa nuova mano di vernice non nasconde il fatto che, in fondo, questo è ancora un gioco Wii di un decennio e mezzo fa, e sembra proprio così.

Il gioco ruota attorno a un trio di ragazze che si dirigono verso l’isola di Rogetsu per cercare di ricostruire cosa è successo loro in passato. Erano tre delle cinque ragazze che erano precedentemente scomparse durante un festival sull’isola e alla fine furono ritrovate con i loro ricordi persi.

Con le altre due ragazze che muoiono in circostanze misteriose, tocca a Ruka, Misaki e Madoka cercare di scoprire cosa sta succedendo e cosa è successo loro tanti anni fa. Oh, e abbiamo già detto che ci sono i fantasmi?

Come in altre voci della serie, Mask of the Lunar Eclipse è un gioco horror di sopravvivenza in cui la tua arma preferita non è una pistola o un coltello, ma una telecamera speciale chiamata Camera Obscura.

Questo dispositivo mistico può essere utilizzato per catturare spettri, fantasmi malvagi che vogliono farti del male. Ogni volta che inizia uno scontro con uno spettro, puoi far apparire la tua Camera Obscura e ti viene presentato un punto di vista in prima persona mentre provi a scattargli una foto al momento giusto per fare il maggior danno.

È qui che sorgono i primi problemi del gioco. La legge del survival horror della vecchia scuola impone che i controlli debbano essere deliberatamente goffi per far sentire il giocatore vulnerabile, e questo è certamente il caso qui, anche se spesso in misura ingiusta.

“La legge sui survival horror della vecchia scuola impone che i controlli debbano essere deliberatamente goffi per far sentire il giocatore vulnerabile, e questo è certamente il caso qui, anche se spesso in misura ingiusta.”

Un fantasma si dirigerà nella tua direzione finché non scatterai una foto abbastanza potente di loro. Quando lo fai, scompariranno e poi riappariranno altrove per avvicinarsi di nuovo a te. Il problema è che al gioco spesso piace mettere questi incontri in stanze minuscole, corridoi stretti o stanze con cose come scaffali di libri e spesso il fantasma riapparirà da qualche parte – di solito all’interno di un muro – dove non hai un vero modo per ottenere una chiara colpo di loro.

Questo andrebbe bene se fosse facile correre e posizionarsi in un posto migliore, ma il tuo personaggio corre sempre eccezionalmente lentamente, con un’animazione che sembra avere un’arancia invisibile incastrata tra le ginocchia e non vuole lasciarla cadere.

Scattare i fantasmi, quindi, diventa un esercizio di frustrazione, piuttosto che il momento clou coinvolgente del gioco che dovrebbe essere davvero. I controlli scomodi si estendono anche oltre la meccanica di abbattimento dei fantasmi.

Il semplice spostamento da una stanza all’altra non è mai veramente soddisfacente. La corsa lenta rimane, ma non puoi nemmeno guardarti intorno con la levetta destra a meno che tu non sia completamente fermo. Anche questo è qualcosa che sei attivamente incoraggiato a fare, perché puntare la torcia verso lo scenario evidenzierà oggetti e pezzi di tradizione che possono essere raccolti.

Inoltre, quando stai fermo e inizi a guardarti intorno con la levetta destra, non ti sembra mai veramente giusto. Sul Wii ciò comportava lo spostamento del puntatore del telecomando per guardare vari elementi di interesse, ma in realtà non si è tradotto affatto bene qui e ti senti come se stessi combattendo costantemente contro la torcia per spostarla.

Controlli a parte, il gioco è davvero un ottimo esempio di gioco horror di sopravvivenza di un paio di generazioni fa. Mentre i giocatori possono esplorare le stanze che sono già riusciti a sbloccare, dando l’impressione di libertà, la realtà è che il gioco è molto lineare e aspetta solo che tu vada nella stanza giusta per attivare la parte successiva del processo.

Per essere chiari, il gioco non è del tutto privo di merito. La serie Fatal Frame / Project Zero è sempre stata eccezionale nel creare atmosfera e qui non è diverso. Anche se non è mai così terrificante da farti strisciare sui muri, il suo stile è molto quello dell’horror giapponese di fine millennio, come Ringu, Dark Water e Ju-On: The Grudge.

Anche visivamente è ragionevole. Ai modelli dei personaggi è stato dato un discreto livello superiore e c’è un’atmosfera piacevolmente lunatica ovunque, con un buon uso dell’illuminazione quando si punta la torcia. Alcune texture, tuttavia, come le porte aperte, sembrano terribilmente a bassa risoluzione da vicino.

Se sei già un fan della serie, allora conosci già i suoi limiti e probabilmente sarai più indulgente su quanto sia generalmente goffo Mask of the Lunar Eclipse giocare. Allo stesso modo, se sei abbastanza aperto da tenere a mente che questo è un gioco di 15 anni che è stato criticato per i suoi controlli anche allora, e sei felice di accettarlo, c’è ancora un po’ di divertimento da fare. Qui.

Per chiunque altro speri che questa possa essere una revisione moderna completa nello stile dei remake di Resident Evil 2 e 3, tuttavia, non è proprio così. Questo è davvero il gioco Wii al suo interno e, sebbene i controlli non siano identici alla versione del 2008, non sono neanche lontanamente vicini a ciò che sarebbe considerato accettabile per un gioco moderno.

Ancora una volta, potrebbe essere una mossa deliberata per mantenere quella paura della vulnerabilità che i giochi horror di sopravvivenza dovrebbero avere, ma ciò non lo renderà più appetibile per il pubblico moderno.

Hogwarts Legacy offre un mondo straordinario in un gioco di ruolo eccellente, anche se datato
Hogwarts Legacy offre un mondo straordinario in un gioco di ruolo eccellente, anche se datato
PS5 Slim è più corta di 2 pollici rispetto alla modalità originale e sembra "strana"
PS5 Slim è più corta di 2 pollici rispetto alla modalità originale e sembra "strana"
Lucid Lenses è un'avventura narrativa sull'amore, il crepacuore e tutto il resto, ora in accesso anticipato
Lucid Lenses è un'avventura narrativa sull'amore, il crepacuore e tutto il resto, ora in accesso anticipato
Recensione: Humanity è un rompicapo vibrante, creativo e decisamente strano
Recensione: Humanity è un rompicapo vibrante, creativo e decisamente strano
Dungeon Hunter 6 dà uno sguardo in prima persona alla Gamescom 2023
Dungeon Hunter 6 dà uno sguardo in prima persona alla Gamescom 2023
I licenziamenti legati ai videogiochi dureranno due anni poiché Riot taglierà 530 posti di lavoro
I licenziamenti legati ai videogiochi dureranno due anni poiché Riot taglierà 530 posti di lavoro
6 consigli su Nintendo Switch che devi sapere: dal risparmio della batteria all'utilizzo della TV
6 consigli su Nintendo Switch che devi sapere: dal risparmio della batteria all'utilizzo della TV
Sid Meier's Railroads: "Train Tycoon Paradise, stesso divertimento in formato tascabile"
Sid Meier's Railroads: "Train Tycoon Paradise, stesso divertimento in formato tascabile"
Mystery of Woolley Mountain è un nuovo eccentrico puzzle punta e clicca per iOS
Mystery of Woolley Mountain è un nuovo eccentrico puzzle punta e clicca per iOS
L'accordo segreto di Call Of Duty rivela che la pistola ACR era in realtà un posizionamento di prodotto
L'accordo segreto di Call Of Duty rivela che la pistola ACR era in realtà un posizionamento di prodotto