Bresson Game

Alan Wake 2 recensione alternativa – ‘Non è un loop, è una spirale’

Alan Wake 2 recensione alternativa – 'Non è un loop, è una spirale'


Alan Wake 2 – un sogno per alcuni, un incubo per altri (Foto: Remedy)

GameCentral offre una versione alternativa di Alan Wake 2, realizzata da un fan dell’originale, ed esplora il motivo per cui il gioco non funziona per tutti.

Alan Wake 2 è, per molti versi, un trionfo dell’amore e della tenacia sulle avversità, un tema rispecchiato nel gioco stesso. Per anni, lo studio finlandese Remedy non ha avuto i diritti sul franchise, originariamente pubblicato da Microsoft, né i fondi per sviluppare un sequel.

Eppure, due generazioni di console dopo, Alan Wake 2 è emerso dalle oscure profondità della mente del creatore Sam Lake per offrire quello che sembra il culmine del lavoro di Remedy negli ultimi dieci anni e mezzo.

Quando il gioco è stato pubblicato per la prima volta a novembre, la recensione ufficiale di GameCentral gli ha assegnato un punteggio semplicemente utile di 6/10 e lo ha criticato per essere “lento e complicato” e “un survival horror senza alcun vero horror” – in netto contrasto con molti altri. recensioni, che lo consideravano uno dei migliori giochi dell’anno.

Ma Metro non è un monolite, e non tutti noi qui siamo d’accordo con questo risultato. Quindi sono qui, di nuovo alla macchina da scrivere, per offrire una seconda opinione su questo tanto atteso seguito e per spiegare perché penso che sia valsa la pena aspettare.

Se il titolo del 2010 si ispirava fortemente a Twin Peaks e alle opere di Stephen King, il sequel del 2023 mette quegli elementi in un frullatore con artisti del calibro di Resident Evil 4 e una spruzzata di True Detective, per darci qualcosa di meno polposo e più in linea. di un titolo survival horror. Questo cambiamento di tono sembra molto più allineato tematicamente con la narrativa del franchise e rende l’originale quasi scadente al confronto.

Data l’ispirazione, Remedy ha avuto la sfortuna di aver pubblicato Alan Wake 2 nello stesso anno del remake di Resident Evil 4 di Capcom, un titolo che ha preso quello che era probabilmente uno dei migliori giochi di tutti i tempi e ne ha ulteriormente migliorato la sparatoria e la meccanica. Passando da Resident Evil 4 ad Alan Wake 2, rimani colpito dalla relativa superficialità sia del combattimento che della varietà dei nemici.

Il set di abilità di Leon S. Kennedy sembra sempre fornirti tre o quattro opzioni quando ti avvicini a qualsiasi situazione di combattimento, mentre l’arsenale di Saga, e in particolare di Alan, sembra straordinariamente semplice al confronto, con solo una manciata di armi e nemici a disposizione.

Questo è un peccato, perché Remedy può combattere: sono stati pionieri del “bullet time” con la serie Max Payne nel 2001, e titoli più recenti come Control e Quantum Break mostrano che lo studio è ancora in grado di incorporare meccaniche interessanti nel combattimento per produrre un’azione fluida e frenetica. Quindi è sorprendente non aver visto questi tratti progettuali utilizzati meglio in Alan Wake 2, in particolare nelle parti del gioco di Alan, dove la realtà – e quindi le meccaniche di gioco – sono molto più malleabili.

È qui che sono molto in sintonia con la nostra recensione originale; è uno degli elementi più deboli del gioco e qualcosa su cui Remedy avrebbe tratto beneficio dal tornare meccanicamente al tavolo da disegno.

Per fortuna, la sparatoria presente sembra deliziosamente croccante. I fucili distruggono Taken con un ruggito soddisfacente e i razzi bruciano l’oscurità con un vero impatto visivo. Ogni incontro è soddisfacente e la forza dei singoli nemici, che si scagliano contro di te dall’oscurità con un’esplosione di prosaiche divagazioni, ti impediscono di diventare troppo compiacenti, anche durante le corse New Game+.

Alla fine, tuttavia, la maggior parte dei giocatori che acquistano Alan Wake 2 non sono qui per la sparatoria: sono qui per la storia, che è dove il gioco brilla davvero (nessun gioco di parole). Il tono più cupo del titolo conferisce alla narrazione una maggiore gravità rispetto al suo predecessore e consente al gioco di sguazzare nei suoi momenti più tranquilli in un modo che il primo titolo non poteva.

L’ambientazione del gioco; che spazia dalle foreste umide e nebbiose alle squallide strade di New York immerse in un verde soprannaturale, mantiene un’aria costante di minaccia. Se stai cercando un vero e proprio titolo horror sulla scia di Silent Hill 2, non è questo: la nostra recensione originale era corretta su questo punto.

Alan Wake 2 è sinistro, piuttosto che spaventoso. Ma l’impressionante illuminazione volumetrica, probabilmente la migliore vista su console dai tempi di Red Dead Redemption 2, rende la notte e la nebbia su cui si basa il gioco davvero opprimenti e questa oscurità, in particolare durante le porzioni di gioco di Alan, crea un senso di vera minaccia, costringendoti a prendere le cose con calma.

Questo ha il vantaggio aggiuntivo di permetterti di bere nella costruzione del mondo di Remedy. Proprio come Control prima, questo è un gioco ricco di narrazione ambientale. Ogni centimetro di Dark Place è letteralmente inciso con la narrazione, e la versione finlandese di Remedy della piccola città di Washington sembra realizzata in modo intricato, dai vecchi pensionati che si rilassano dopo la sauna alle lampade da tavolo con moka sparse casualmente nei polverosi municipi del villaggio.

Il combattimento non è il pezzo forte di Alan Wake 2 (Immagine: Remedy)

Anche con questo in mente, è difficile approfondire troppo la storia di Alan Wake 2; poiché ha poco senso senza contesto e perché rischia spoiler. Tuttavia, ciò che si può dire è che il titolo fa un ottimo lavoro nel gestire il ritardo tra i due titoli, utilizzando il salto temporale come fattore chiave nella sua narrativa.

Per complicare ulteriormente le cose, il gioco prende abilmente in prestito titoli del calibro di Hard-Boiled Wonderland e The End of the World di Murakami impiegando una struttura di narrazioni parallele, consentendo al giocatore di vivere le storie di Alan e Saga nell’ordine che preferisce. Le due linee alla fine convergono, ma scegliere se tagliare e cambiare il tuo gioco (cosa che consiglierei) o far scorrere un intero “libro” seguito da un altro, colorerà la tua prospettiva della narrazione in un modo interessante.

E, proprio come la sua narrativa, Alan Wake 2 è un gioco che gira e rigira nella tua mente, rivelando sempre di più se stesso a ogni passaggio: un altro piccolo riferimento, un altro dettaglio che sbatte le palpebre e ti perderai. , un’altra osservazione disinvolta con un peso nascosto. È un titolo che gioca con le tue aspettative, creando ripetutamente archi di trama che rapidamente abbatte, dall’apparente significato di Il culto dell’albero all’improvvisa svolta del freno a mano del terzo atto dopo aver impostato quella che sembrava una conclusione altrimenti prevedibile.

Anche qui mi discosto dalla nostra recensione originale, poiché a mio avviso quelli che possono sembrare elementi stridenti della scrittura del gioco – il personaggio melodrammatico di Alex Casey o la scrittura fiorita e riduttiva di Alan – sono riff intenzionali progettati per confondere il confine tra testo e realtà, e inquadrare l’incertezza al centro della trama.

È un gioco profondamente referenziale, quasi fino al difetto, e che richiede di sperimentare l’intero catalogo di Remedy per apprezzarlo appieno. Dopotutto, questo è un gioco in cui gli strati chiave della trama hanno senso solo se hai approfondito il DLC di Control e il primo Alan Wake.

Saga Andersen è un personaggio completamente nuovo per il sequel (Immagine: Remedy)

Ciò potrebbe essere sufficiente per scoraggiare molti giocatori, ma per quelli che hanno giocato ai titoli Remedy precedenti, ogni piccolo dettaglio sembra come un altro pezzo del puzzle che va al suo posto, pur schivando la spinta sfacciata e l’occhiolino che vediamo sempre più spesso dal franchise. produzioni.

Questo è forse il motivo per cui i dati di vendita iniziali, se si deve credere alle recenti indiscrezioni, sembrano deludenti. Questa mancanza di accessibilità, combinata con la discutibile decisione di passare esclusivamente al digitale, ha probabilmente avuto un impatto sulla portata e sulle vendite del gioco.

Altro: Tendenze

Tuttavia, i giochi di Remedy hanno sempre avuto la tendenza a bruciare lentamente. Control ha impiegato poco più di tre anni per raggiungere i 3 milioni di unità vendute. E, proprio come Control, i vari premi che il titolo ha ottenuto dalla sua uscita avranno senza dubbio aumentato la visibilità di Alan Wake 2.

Sospetto che lo sarà anche l’inevitabile uscita fisica del Gioco dell’anno l’anno prossimo. È un gioco che non tutti ameranno, come può testimoniare GameCentral, ma molti vi troveranno qualcosa di unico e utile.

Questo è un gioco che non ha paura di correre rischi creativi sia con il suo genere che con i suoi temi; giocare con idee interessanti e fini insoddisfacenti. È un titolo che sembra ci sia vero amore dietro: un progetto di vera passione per uno studio che ha aspettato un decennio per tornare a Bright Falls, e un trionfo di risultati per un creatore che, tanto tempo fa, ci aveva promesso non solo un lago, ma un oceano.

In breve: Alan Wake 2 attacca l’atterraggio su quello che era un compito sgradevole; tornando alla narrazione di un classico di culto innestandolo abilmente nel nuovo universo ampliato di Remedy e trovando comunque il tempo per correre molti rischi.

Professionisti: Direzione artistica e design visivo fantastici, che lo rendono facilmente uno dei giochi più belli di questa generazione. Una storia serrata e a più livelli che premia quanto più investi in essa.

Contro: Combattimento leggermente semplicistico e una narrazione che richiede un po’ di lavoro di preparazione e rilettura per essere goduta appieno.

Punto: 9/10

Invia un’e-mail a info@bressongame.com, lascia un commento qui sotto e seguici su Twitter.

DI PIÙ: Baldur’s Gate 3 e Alan Wake 2 guidano i premi per videogiochi BAFTA 2024

DI PIÙ: Alan Wake 2 New Game+ è un DLC post-lancio con nuovi elementi della storia

ALTRO: Alan Wake 2 finalmente ha senso e annuncia un ritardo per evitare una settimana di morte

Segui Metro Gaming su Twitter e inviaci un’e-mail a info@bressongame.com

Per inviare lettere di posta in arrivo e funzionalità di Reader più facilmente, senza la necessità di inviare un’e-mail, utilizza semplicemente la nostra pagina Invia materiale qui.

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina di gioco.

Iscriviti per tutti i contenuti di gioco esclusivi, le ultime versioni prima che vengano viste sul sito.

Informativa sulla privacy » Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano l’Informativa sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

McDonald's rilascia il titolo per Game Boy Grimace per il suo 52esimo compleanno
McDonald's rilascia il titolo per Game Boy Grimace per il suo 52esimo compleanno
Ghostwire: Tokyo arriva su Xbox con l'aggiornamento Spider's Thread
Ghostwire: Tokyo arriva su Xbox con l'aggiornamento Spider's Thread
Kards, un gioco di carte basato sulla seconda guerra mondiale, è ora disponibile su Android e iOS
Kards, un gioco di carte basato sulla seconda guerra mondiale, è ora disponibile su Android e iOS
Pokemon Go Fest 2024 vedrà il debutto di Dusk Mane e Dawn Wings Nec
Pokemon Go Fest 2024 vedrà il debutto di Dusk Mane e Dawn Wings Nec
L'espansione Dusk & Dawn di Dislyte introduce più esper, un carnevale e un dungeon impegnativo
L'espansione Dusk & Dawn di Dislyte introduce più esper, un carnevale e un dungeon impegnativo
I licenziamenti legati ai videogiochi dureranno due anni poiché Riot taglierà 530 posti di lavoro
I licenziamenti legati ai videogiochi dureranno due anni poiché Riot taglierà 530 posti di lavoro
Recensione di Punch Kick Duck - "Azione di pugni con molta memorizzazione"
Recensione di Punch Kick Duck - "Azione di pugni con molta memorizzazione"
Recensione OnePlus 12R Genshin Impact Edition
Recensione OnePlus 12R Genshin Impact Edition
The Last Of Us Part 2 Remastered è un aggiornamento da $ 10 per i fan di PS4
The Last Of Us Part 2 Remastered è un aggiornamento da $ 10 per i fan di PS4
LEGO Bricktales arriverà su iOS e Android il 27 aprile, consentendo ai giocatori di sperimentare il gameplay di costruzione mattone per mattone su dispositivi mobili
LEGO Bricktales arriverà su iOS e Android il 27 aprile, consentendo ai giocatori di sperimentare il gameplay di costruzione mattone per mattone su dispositivi mobili
As mulheres podem ter baixos níveis de testosterona ?   a testosterona é um hormônio conhecido como androgênio.