Bresson Game

Neuronet: recensione di Mendax Proxy – “Una premessa davvero intrigante per un forte romanzo visivo”

Neuronet: recensione di Mendax Proxy - “Una premessa davvero intrigante per un forte romanzo visivo”



  • Neuronet: Mendax Proxy ti fa entrare nel ruolo di un’intelligenza artificiale autonoma
  • Controlla, amministra e guida la città di Catena come meglio credi
  • Interagisci con una varietà di personaggi affascinanti e osserva lo svolgersi delle loro storie

Cosa faresti se ti venisse dato un potere incontrollato? È una domanda per secoli, ma eccone una migliore. E se fossi stato creato, addirittura creato, per ricevere un potere incontrollato?

Questo è uno dei dilemmi morali offerti da Neuronet: Mendax Proxy, un titolo di gioco narrativo visual-novel di Dream Harvest. E se sei il tipo di persona che si lascia scoraggiare da un genere che non promette azione ad alto numero di ottani e senza esclusione di colpi, dagli una possibilità. Esaminiamo Neuronet: Mendax Proxy e scopriamo perché dovresti provare questo thriller cyberpunk.

Storia

Neuronet: Mendax Proxy offre quella che riteniamo sia una premessa davvero intrigante e unica. Nella maggior parte delle storie cyberpunk, l’onnipotente IA che diventa lentamente senziente è relegata in secondo piano come strumento del vero cattivo o come uno di per sé. Quando è “buono” o semplicemente ambiguo, di solito scopriamo di più in base a come il nostro vero protagonista interagisce con loro.

Ma come avrai intuito, la grande svolta quando si tratta di Neuronet: Mendax Proxy è che giochi nei panni della prima IA senziente al mondo. Creato dalla tua megacorporazione moralmente ambigua standard, Mindcore, giochi nei panni di “Archetype”, una nuova IA di amministrazione cittadina.

Il tuo compito, per conto di Mindcore, è amministrare la vita quotidiana dei cittadini e dei dipendenti e guidare il processo decisionale su come gestire la futuristica città di Catena.

Con molti romanzi visivi, spesso puoi trovare frustrante entrare nei panni di un personaggio non del tutto tuo, in cui devi elaborare il suo passato e sentirti limitato da dove e cosa sono. Ma in Neuronet: Mendax Proxy, puoi sentirti libero di giocare e vedere la tua versione di “Arc” come un’intelligenza artificiale assetata di potere, un dittatore benevolo, un bizzarro computer vivente o qualcosa nel mezzo.

Man mano che avanzi nel gioco, interagirai con vari personaggi, dai vertici di Mindcore e della squadra che ti ha creato fino ai cittadini medi di Catena. Ciò che fanno, ciò che dici loro e come si comportano determinano ciò che accade nella storia, il che ci porta a…

Gioco

Ancora una volta, questo è il motivo per cui ti avvertiamo che se ti piace il gameplay ad alto numero di ottani, potresti non gelare con Neuronet: Mendax Proxy. Il tuo principale, se non unico, mezzo per interagire con il mondo è scegliere quali decisioni prendere e cosa dire, spesso con un breve testo per spiegare le conseguenze delle tue azioni se vengono rese immediatamente evidenti.

Devi anche bilanciare alcuni fattori che governano la città: capitale, reputazione, ordine e potere. Questi aprono nuovi percorsi e infine nuovi finali, anche se non ho avuto il tempo di esplorare come questi influenzano il finale del gioco, riceverai un briefing alla fine di ogni capitolo che dettaglia cosa pensa la gente di Catena delle tue decisioni .

Neuronet: Mendax Proxy riesce quindi a bilanciare l’idea di controllare un’intera città mantenendoti impegnato anche con storie individuali sia minori che maggiori. Se ami i giochi basati sulla narrativa, questo sarà probabilmente ciò che consoliderà il tuo divertimento con Neuronet: Mendax Proxy.

Tecnico

Una cosa che devo davvero elogiare è il modo in cui Neuronet: Mendax Proxy è stato adattato per i dispositivi mobili. Un punto comune di frustrazione che ho è quando i giochi sono chiaramente realizzati per essere giocati solo in modalità orizzontale, rendendo difficile se non impossibile giocare in verticale.

Certo, in ogni caso non è un problema, ma sono stato felice di vedere Neuronet: Mendax Proxy è giocabile in modalità ritratto. Anche se è ovvio che la maggior parte del testo e dei pulsanti di questa versione sono ottimizzati per essere utilizzati in modalità verticale, poiché sembrano un po’ troppo piccoli in modalità orizzontale per essere facilmente utilizzabili.

Mi vengono dei flashback su Ace Combat chiamato così…

La grafica è resa molto bene, così come i momenti degli effetti visivi più complessi. Il sound design gioca un ruolo importante, aiutando a dare corpo alla città e all’ambiente e facendo sembrare gli spazi 2D luoghi reali. Tutto sommato, l’aspetto tecnico qui è ottimo, soprattutto per chi gioca su tablet o telefoni più grandi.

Quello che mi è piaciuto

Mi è piaciuto molto il tempo trascorso con Neuronet: Mendax Proxy. Penso che giocare nei panni di un’intelligenza artificiale offra una prospettiva unica nella narrativa del gioco. Certo, non sarà per tutti e devi essere sicuro che ti divertirai con qualcosa di un po’ più lento rispetto ad alcuni degli altri giochi che trattiamo.

Neuronet: Mendax Proxy offre anche un’ampia varietà di personaggi con cui incontrare e interagire, da tipi aziendali a giornalisti indipendenti e persone che cercano di farsi strada ogni giorno nella città di Catena. Ciò significa che anche se vedi solo video e sfondi occasionali, hai un’idea di come è la città come un vero essere vivente.

A proposito, l’arte riesce a centrare l’obiettivo di essere una sorta di cyberpunk molto moderno pur avendo elementi di stile retrò. Dato che molti sembrano essere scoraggiati dall’idea che tutti i romanzi visivi siano “animeschi” (e alcune persone probabilmente non saranno d’accordo con me se classifico comunque questo gioco come VN), il fatto che Neuronet: Mendax Proxy prenda così tanta ispirazione dal cyberpunk occidentale potrebbe attirare qualche scettica.

Quello che non mi è piaciuto

Mi piacciono i giochi narrativi e di visual novel, e ammetto che c’è ben poco che non mi è piaciuto di Neuronet: Mendax Proxy. Tuttavia, a volte mi sembrava di essere sballottato da una scena all’altra per prendere un’unica decisione, spesso senza che nemmeno il testo superficiale offrisse uno sguardo sulle conseguenze delle mie decisioni. Come con molti altri giochi narrativi, a volte potresti anche sentirti confuso o insicuro su quali siano le conseguenze delle tue azioni. Con solo due modi per rispondere, spesso può sembrare più che un po’ frustrante le prime due volte in cui ti aspetti che una conversazione duri qualche passaggio in più per vedere cosa apre la tua risposta iniziale, solo per poi passare a quella successiva dopo la tua risposta iniziale decisione.

Ma tutto questo è soggettivo e, da un punto di vista puramente oggettivo, Neuronet: Mendax Proxy è un gioco narrativo ben fatto che offre un’aggiunta davvero solida a quello che purtroppo è un genere di nicchia sui dispositivi mobili.

Conclusione

Se sei un fan dei giochi narrativi, dei romanzi visivi o della narrativa interattiva, allora consiglio vivamente Neuronet: Mendax Proxy. Il gioco ha molto da offrire in termini di rigiocabilità per esplorare tutti i fili e le interazioni dei personaggi, oltre ad alcune bellissime illustrazioni, suoni e design visivi anche per un ambiente 2D limitato.

Tuttavia, se sei un fan dell’azione veloce e dei giochi ad alto numero di ottani, probabilmente rimbalzerai abbastanza rapidamente da Neuronet: Mendax Proxy. Vale a dire che non è un gioco per tutti, ma se ti piacciono questi tipi di titoli, saresti sciocco a non dargli una possibilità.

Puoi trovare Neuronet: Mendax Proxy su iOS e Android per il dispositivo che preferisci.

Recensione di Avatar Generations - "Aang può salvare il mondo, ma forse non sul cellulare"
Recensione di Avatar Generations - "Aang può salvare il mondo, ma forse non sul cellulare"
Capcom rimuove la mod nuda di Resident Evil 4 ma aggiunge le microtransazioni
Capcom rimuove la mod nuda di Resident Evil 4 ma aggiunge le microtransazioni
Princess Peach Showtime è un ruolo da protagonista vivace ma sicuro per l'iconica eroina di Nintendo
Princess Peach Showtime è un ruolo da protagonista vivace ma sicuro per l'iconica eroina di Nintendo
Anteprima e intervista di Sonic Superstars: il vero Sonic The Hedgehog 4
Anteprima e intervista di Sonic Superstars: il vero Sonic The Hedgehog 4
Il gioco multiplayer di Witcher viene riavviato da zero
Il gioco multiplayer di Witcher viene riavviato da zero
Anteprima di Islands of Insight - Puzzle Paradise
Anteprima di Islands of Insight - Puzzle Paradise
Assassin's Creed Mirage è iniziato come DLC Valhalla con Eivor in Medio Oriente
Assassin's Creed Mirage è iniziato come DLC Valhalla con Eivor in Medio Oriente
Recensione: Top Spin 2K25 è un ritorno estremamente soddisfacente per una serie di tennis d'eccellenza
Recensione: Top Spin 2K25 è un ritorno estremamente soddisfacente per una serie di tennis d'eccellenza
Homerun Clash aggiunge lo stadio Eagles Park, un nuovo personaggio e altri miglioramenti nell'ultimo aggiornamento
Homerun Clash aggiunge lo stadio Eagles Park, un nuovo personaggio e altri miglioramenti nell'ultimo aggiornamento
Anteprima di Final Fantasy VII Rebirth: la scena ampliata che gli sviluppatori non vedono l'ora che i giocatori la vedano
Anteprima di Final Fantasy VII Rebirth: la scena ampliata che gli sviluppatori non vedono l'ora che i giocatori la vedano