Bresson Game

Recensione di Silent Hill: The Short Message – senza paura

Recensione di Silent Hill: The Short Message – senza paura


Silent Hill: The Short Message – breve ma non molto dolce (Immagine: Konami)

Konami rilascia gratuitamente un nuovo gioco Silent Hill su PS5, che affronta temi pesanti che la maggior parte dei videogiochi non oserebbe toccare.

A questo punto pensiamo che sia ragionevole essere preoccupati se sei un fan di Silent Hill. La notizia che Konami stava facendo rivivere la venerabile serie survival horror è sempre stata un’arma a doppio taglio, ma sebbene annunciare così tanti nuovi titoli contemporaneamente fosse molto strano, la visione ottimistica sarebbe che almeno ciò aumenta le possibilità che uno di loro sia buono. . Finora, però, le cose non sono andate così.

Silent Hill: Ascension, il cosiddetto ‘evento live altamente interattivo’ è terribile, e abbiamo ancora seri dubbi sul fatto che gli sviluppatori di Medium Bloober Team siano le persone giuste per il lavoro quando si tratta del remake di Silent Hill 2, con il breve nuovo trailer durante il recente State of Play non è piaciuto ai fan.

Stiamo ancora aspettando con ansia Silent Hill f, che finora ha avuto di gran lunga il miglior trailer, ma siamo rimasti intrigati anche da The Short Message, annunciato e pubblicato durante lo stesso State of Play. È completamente gratuito e dura meno di due ore, quindi c’è ben poco da perdere nel provarlo. Non devi nemmeno preoccuparti che sia troppo spaventoso, ma è una specie di problema con un survival horror…

Uno dei tanti problemi legati alla modernizzazione di Silent Hill è che i primi tre giochi sono di gran lunga i migliori eppure sono tutti molto simili e fare la stessa cosa ancora una volta non ti porterà da nessuna parte. In questo senso applaudiamo Konami per aver provato qualcosa di diverso con ciascuno dei nuovi giochi, anche se è abbastanza ovvio che The Short Message sia fortemente ispirato dall’abortito Silent Hills di Hideo Kojima, arrivato solo fino alla famosa demo PT.

Come la demo, The Short Message è visto da una prospettiva in prima persona e si svolge interamente all’interno, con una struttura in loop che ti vede esplorare determinate aree più volte, ma con notevoli cambiamenti ad ogni visita. La storia è completamente diversa, però, e ti vede nei panni della studentessa Anita, che ha avuto un’infanzia travagliata, è vittima di bullismo a scuola e spesso si autolesionista.

Come ti avverte l’introduzione del gioco, The Short Message affronta una serie di temi importanti, tra cui il suicidio, la depressione, i ricordi repressi e i pericoli dei social media.

Sebbene la tradizione dei giochi di Silent Hill sia malleabile, se non addirittura contraddittoria, l’idea è sempre stata che rappresenti un inferno creato da te, progettato specificamente per soddisfare i demoni interiori di ogni personaggio principale. Alcuni giochi hanno anche giocato con l’idea che possa essere potenzialmente redentrice e che non sei effettivamente intrappolato nel Luogo Caldo ma in un purgatorio potenzialmente temporaneo.

Questo è l’angolo di The Short Message, poiché esplora il trauma dei tre personaggi principali: Anita e le sue due amiche. È un set-up intrigante ma l’esecuzione è profondamente imperfetta su diversi livelli.

Silent Hill: The Short Message – solo le scene tagliate sono in terza persona (Immagine: Konami)

Il primo problema è che c’è pochissimo gameplay. La maggior parte delle volte cammini lentamente per un condominio abbandonato, leggendo infinite pagine di diario e spezzoni di giornale – il che, come al solito, si rivela il modo meno interessante possibile per un videogioco di raccontare la sua storia. Non sei mai in pericolo durante queste sezioni, quindi è fondamentalmente solo un simulatore di camminata a tema horror.

Sparse tra queste sezioni (e un enigma, che abbiamo risolto solo per sbaglio) ci sono quattro sequenze di labirinti in cui vieni inseguito da un mostro, le prime due delle quali sono banalmente facili, la terza leggermente fastidiosa e la quarta così in modo terribile, abbiamo quasi incorporato il DualSense nel muro.

Il problema è che se il mostro ti prende, devi ricominciare da capo. Il quarto labirinto è piuttosto grande e ti costringe a cercare più oggetti da collezione per completarlo, quindi devi memorizzare l’intero layout e cercare di prevedere un mostro che può apparire all’improvviso dal nulla.

Il pensiero di dover rifare tutto da capo se fallisci è abbastanza terrificante, ma a parte questo il gioco non va mai oltre la tensione sul misuratore della paura. E considerando che il gioco originale, su PS1, ci ha fatto letteralmente venire la nausea dall’orrore, non lo diciamo solo per sembrare mascolini.

Silent Hill però non ha mai avuto una buona azione, quindi un problema più serio è che la scrittura è così ovvia e ovvia. Capire cosa sta succedendo in Silent Hill 2 richiede un certo sforzo da parte del giocatore – come una versione horror di Elden Ring – ed è pieno di sottile simbolismo che spesso può essere interpretato in diversi modi.

Silent Hill: The Short Message – purtroppo non c’è nulla di cui aver paura (Immagine: Konami)

Il messaggio breve non ha tempo per le sottigliezze ed è chiaramente molto nervoso nel gestire un argomento serio. Tentare di affrontare tali problemi è coraggioso e il gioco non sembra insensibile, ma sembra superficiale e ovvio. La storia finisce per sembrare una lista di argomenti che lo sviluppatore voleva eliminare, più che una narrazione coerente o uno studio dei personaggi.

Non aiuta il fatto che la sceneggiatura sia goffa e goffa, e probabilmente mal tradotta, o che le numerose scene tagliate dal vivo siano ovviamente girate in giapponese, con un doppiaggio inglese altamente poco convincente incollato sopra. Uno in cui tutti hanno accenti americani nonostante il gioco sia presumibilmente ambientato in Germania.

Più tendenze

Leggi altre storie

Visivamente, il gioco può sembrare molto bello, con una resa impressionante del tradizionale ambiente Otherworld, ma ci sono alcuni problemi di frame rate, che possono essere un vero ostacolo durante le sequenze di inseguimenti.

Il messaggio breve non è un disastro in stile Ascensione, ma nella migliore delle ipotesi è mediocre. Alcuni dettagli sembrano predisporre un gioco successivo, o forse una tradizione generale per più titoli, ma è difficile essere entusiasti di questa prospettiva visto come sta andando finora il revival. Questo è almeno un piccolo passo nella giusta direzione, ma a meno che il controllo di qualità di Konami non migliori, la cosa più spaventosa di Silent Hill sarà il pensiero di un altro sequel.

Silent Hill: riepilogo della recensione del messaggio breve

In breve: Un altro deludente revival di Silent Hill, che ottiene alcuni elementi visivi e tono giusti ma è deluso da una sceneggiatura banale e da sequenze di inseguimenti frustranti.

Professionisti: Sembra Silent Hill, soprattutto verso la fine, e il mostro ha un design fantastico. Il cuore del gioco è al posto giusto in termini di storia.

Contro: Le sequenze successive del labirinto sono estremamente fastidiose. La scrittura è sottile come un mattone e chiaramente terrorizzata di essere sfruttatrice con i suoi temi. Terribile doppiaggio live action e alcuni problemi di frame rate.

Punto: 4/10

Formati: PlayStation 5
Prezzo: gratuito
Editore: Konami
Sviluppatore: HexaDrive
Data di uscita: 31 gennaio 2024
Età nominale: 18

Einvia un’e-mail a info@bressongame.com, lascia un commento qui sotto, seguici su Twitter e iscriviti alla nostra newsletter.

DI PIÙ: Silent Hill: The Short Message è un gioco PS5 gratuito ed è ora disponibile

DI PIÙ: Silent Hill: Ascension è così pessimo che i fan pensano che sia scritto dall’intelligenza artificiale

DI PIÙ: I preordini di Silent Hill 2 si aprono mentre i fan sperano che la data di uscita sia imminente

Segui Metro Gaming su Twitter e inviaci un’e-mail a info@bressongame.com

Per inviare lettere di posta in arrivo e funzionalità di Reader più facilmente, senza la necessità di inviare un’e-mail, utilizza semplicemente la nostra pagina Invia materiale qui.

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina di gioco.

Iscriviti per tutti i contenuti di gioco esclusivi, le ultime versioni prima che vengano viste sul sito.

Informativa sulla privacy » Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano l’Informativa sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Dungeon Hunter 6 dà uno sguardo in prima persona alla Gamescom 2023
Dungeon Hunter 6 dà uno sguardo in prima persona alla Gamescom 2023
Lost Light celebra le festività natalizie con una nuova modalità di gioco, skin a tempo limitato e altro ancora
Lost Light celebra le festività natalizie con una nuova modalità di gioco, skin a tempo limitato e altro ancora
Pokemon Go ospiterà l'evento Incense Day: Skorupi alla fine di questo mese
Pokemon Go ospiterà l'evento Incense Day: Skorupi alla fine di questo mese
Recensione di Born Again Online -"Un MMORPG avvincente in stile rogue con un tocco vecchia scuola"
Recensione di Born Again Online -"Un MMORPG avvincente in stile rogue con un tocco vecchia scuola"
Suggerimenti e cose da tenere d'occhio al Super Nintendo World di Los Angeles
Suggerimenti e cose da tenere d'occhio al Super Nintendo World di Los Angeles
Il futuro di The Legend of Zelda: dai nuovi giochi alle giostre nei parchi a tema
Il futuro di The Legend of Zelda: dai nuovi giochi alle giostre nei parchi a tema
 Ricevuto!  è un nuovo gioco di fusione e magnate per iOS e Android di Belka Games
Ricevuto! è un nuovo gioco di fusione e magnate per iOS e Android di Belka Games
Anteprima avvolta - Sopravvivere è più facile
Anteprima avvolta - Sopravvivere è più facile
RAID: Shadow Legends collabora con Capcom per lanciare l'evento di collaborazione di Monster Hunter fino al 5 marzo
RAID: Shadow Legends collabora con Capcom per lanciare l'evento di collaborazione di Monster Hunter fino al 5 marzo
Fortnite Capitolo 5 Stagione 2 sarà basato sulla mitologia greca rivelano i dataminer
Fortnite Capitolo 5 Stagione 2 sarà basato sulla mitologia greca rivelano i dataminer