Bresson Game

Anteprima di Dragon’s Dogma 2: modalità cooperativa per giocatore singolo

Anteprima di Dragon's Dogma 2: modalità cooperativa per giocatore singolo


Dragon’s Dogma 2 – party of one (Foto: Capcom)

GameCentral avrà un’ora di esperienza diretta con il tanto atteso seguito di Capcom di Dragon’s Dogma e la sua azione cooperativa simulata dall’intelligenza artificiale.

Non ci lasciamo spesso sorprendere dall’età dei videogiochi, ma rendersi conto che sono passati 11 anni dall’originale Dragon’s Dogma è un po’ uno shock. Probabilmente è rimasto nella nostra mente come un nuovo franchise perché è stata la nuova IP più venduta dell’era Xbox 360 in Giappone. Questo probabilmente dice di più sugli altri contendenti (o sulla loro mancanza) che su Dragon’s Dogma, ma nonostante quell’apparente successo tutto ciò che ottenne fu un’edizione estesa, uno spin-off free-to-play solo giapponese e, molto altro ancora. recentemente, un collegamento all’anime Netflix.

Perché ci sia voluto così tanto tempo per ottenere un vero seguito è un mistero ma, come sempre, è meglio tardi che mai. Il gioco ha debuttato con un trailer di gioco di nove minuti al Tokyo Game Show la scorsa settimana, dove era giocabile anche come demo di 15 minuti. Tuttavia, abbiamo potuto giocare alla stessa build del gioco per un’ora intera. Non era l’intera mappa del gioco, ma nonostante i rappresentanti Capcom si aggirassero nelle vicinanze per assicurarsi che non andassimo dove non dovevamo andare, la mappa è così grande che ci sarebbe voluto troppo tempo per camminare dove non dovremmo .

Sebbene sia stato rilasciato su Switch nel 2019, è passato molto tempo dall’ultima volta che abbiamo giocato a Dragon’s Dogma e la nostra memoria era confusa su molti dettagli (incluso il motivo per cui ha un nome così terribile). L’impostazione di base è quella di un gioco di ruolo d’azione a mondo aperto che funziona come un titolo cooperativo per quattro giocatori senza alcuna vera cooperativa. Invece, gli altri tre personaggi sono tutti “pedine” controllate dal computer, uno dei quali puoi personalizzare tanto quanto il tuo personaggio principale, mentre gli altri due sono più intercambiabili.

È esattamente lo stesso per il sequel, con i tuoi alleati che chiacchierano con te e tra loro come se fossero persone reali. C’è davvero poca ripetizione in ciò che dicono, ma mentre il dialogo in sé è relativamente insignificante, anche con il suo lessico pseudo-medievale, la recitazione vocale è molto scadente. Tutti hanno un accento britannico, quindi è difficile dire quanto sia intenzionale, dal momento che è improbabile che qualcuno britannico sia coinvolto nello sviluppo, ma una delle nostre pedine lo ha inventato così tanto che siamo sorpresi che tu non abbia potuto vedere l’accento segni di morsi nel paesaggio.

Forse è solo il nostro amore per Resident Evil, ma in realtà ci è piaciuto il carattere che questo ha dato al gioco, poiché le pedine ti danno il cinque alla fine di una battaglia o ti criticano per esserti perso. È importante sottolineare che la loro intelligenza artificiale sembra piuttosto buona e sono tutti utili in combattimento e in termini di qualcosa di più del semplice combattimento corpo a corpo. Gli utilizzatori di magia erano bravi a usare potenziamenti su se stessi e sugli altri, oltre ad essere abbastanza sensati da cercare di restare indietro e fuori portata, e tutti cercano di aiutarti se sei ferito.

Anche se ci è stato detto che il reclutamento di pedine aggiuntive funziona allo stesso modo del primo gioco, visitando un portale ed effettuando una selezione – includendo potenzialmente pedine create e condivise da altri giocatori online – non siamo riusciti a vederlo ma lì ci sono molti personaggi neutrali in giro che combatteranno anche i mostri e che potranno essere reclutati nel tuo gruppo se lo desideri.

Molti degli avversari carne da cannone sono tipici goblin e uomini selvaggi, ma uno dei maggiori punti di forza del gioco sono le grandi creature, quasi in stile Shadow Of The Colossus. Alcuni di questi sono boss, ma ce ne sono anche molti che vagano in giro e il primo in cui ci siamo imbattuti è stato un ciclope gigante che si è annunciato schiantandosi nella foresta dietro di noi, facendo cadere gli alberi mentre avanzava. Tagliargli le gambe funziona (e crea ferite dall’aspetto sgradevole, invece di diminuire blandamente la barra della salute), ma il grande trucco con tutte le creature più grandi è saltarci addosso per hackerarne la testa o altre parti vulnerabili del corpo.

Ciò è particolarmente fondamentale quando si combatte un grifone, che può facilmente volare via con te ancora sopra. Conoscevamo questo trucco da sempre e abbiamo ritenuto che la nostra cautela fosse giustificata quando all’improvviso è volato via con una delle nostre pedine ancora attaccata ad essa, che ha resistito per un po’ prima di perdere la presa e precipitare a terra con perfetto tempismo comico (erano morte). , ma siamo arrivati ​​a loro in tempo per rianimarli).

Gli altri elementi di gioco sono in gran parte quelli che ti aspetteresti da un moderno giocatore di ruolo d’azione, con più classi tra cui scegliere all’inizio (arciere, combattente, ladro e un mago pianificate per il gioco finale) e altre disponibili in combinazioni man mano che avanzi, come un arciere magico. C’è anche un sistema di crafting piuttosto complicato, in cui le pedine aiutano a raccogliere gli ingredienti. Sembra che tu debba scoprire le ricette da solo, ma poiché uno degli articoli salutari più potenti era essenzialmente una torta tritata, ha già la nostra approvazione immediata.

Anche al di là delle pedine, la prima cosa che colpisce del gioco è la qualità della grafica. Tutto ciò a cui abbiamo giocato si svolgeva in fitti boschi ed è uno degli scenari più realistici e belli che abbiamo mai visto in un gioco. Anche se non poter andare in acqua, perché in ogni fiume c’è un mostro tentacolare invisibile, sembra una scelta molto strana. Era così nell’originale, ma è sicuramente qualcosa che avrebbe dovuto essere eliminato nel sequel.

Dragon’s Dogma 2 – L’esplorazione notturna è molto pericolosa (Immagine: Capcom)

In effetti, l’intero gioco sembra quasi più un remake che un sequel, con ben poco che sembri completamente nuovo, anche se la relativa unicità del primo gioco significa che è meno un problema di quanto avrebbe potuto essere. È nuovo (la mappa è quattro volte più grande dell’originale) ma poiché sono passati anni dall’ultima volta che l’abbiamo giocata, il ricordo del primo gioco finisce per tenere il passo con la realtà del nuovo gioco, il che è un problema comune con i remake.

Non vogliamo però sottovalutare quanto sia bello questo gioco, e soprattutto di notte. Mentre nella maggior parte dei giochi open world il ciclo giorno/notte comporta semplicemente un leggero spostamento della tavolozza dei colori, in Dragon’s Dogma è molto più realistico. La notte in una foresta, lontana dalla civiltà, è nera come la pece e se non accendi una lampada finirai presto per ribaltarti dal bordo di un dirupo o sbattere contro la schiena di un mostro gigante.

Questo vale anche per le caverne e mentre puoi semplicemente allestire il campo e dormire fino al mattino, esplorare di notte è un vero brivido, che speriamo sia integrato con alcuni elementi horror specifici. Ci sono già fantasmi che si aggirano di notte, che di giorno non ci sono, perché ogni punto di luce che spii tra gli alberi diventa o una speranza di salvezza o un altro orrore senza nome da combattere.

Altro: Tendenze

Si spera che il gioco prolungato riveli più deviazioni dall’originale, ma l’unico altro aspetto negativo della demo è che è ovviamente molto presto, con una sensazione molto ombrosa nei movimenti e molti problemi con il rilevamento delle collisioni. L’arrampicata sui mostri spesso non funzionava e la fotocamera sembrava molto traballante, soprattutto perché non c’era il blocco manuale.

Non vogliamo criticare Capcom per questo, dato che ormai è molto raro che un editore mostri un gioco prima che sia quasi completo, perché sanno che Internet lo farà a pezzi, come se fosse un prodotto finito. Dragon’s Dogma chiaramente non è questo, ma non vediamo l’ora di giocarci di nuovo quando lo sarà, poiché anche se non sembra un grande allontanamento dall’originale, era abbastanza unico che anche dopo tutti questi anni il sequel sembra ancora sorprendentemente fresco.

Formati: Xbox Series X/S, PlayStation 5 e PC
Editore: Capcom
Sviluppatore: Capcom
Data di rilascio: da definire

Invia un’e-mail a info@bressongame.com, lascia un commento qui sotto, seguici su Twitter e iscriviti alla nostra newsletter.

DI PIÙ: Riepilogo Capcom Showcase 2023: Dragon’s Dogma 2, demo di Ghost Trick e Pragmata

DI PIÙ: Dragon’s Dogma 2 riporta Pawns ma manca ancora la modalità cooperativa

ALTRO: Dragon’s Dogma 2 è reale ma Capcom non dirà altro al riguardo

Segui Metro Gaming su Twitter e inviaci un’e-mail a info@bressongame.com

Per inviare lettere di posta in arrivo e funzionalità di Reader più facilmente, senza la necessità di inviare un’e-mail, utilizza semplicemente la nostra pagina Invia materiale qui.

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina di gioco.

Iscriviti per tutti i contenuti di gioco esclusivi, le ultime versioni prima che vengano viste sul sito.

Informativa sulla privacy » Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano l’Informativa sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Final Fantasy Brave Exvius dà il benvenuto a Zack Fair e Angeal Hewley come personaggi crossover insieme a molte chicche di gioco
Final Fantasy Brave Exvius dà il benvenuto a Zack Fair e Angeal Hewley come personaggi crossover insieme a molte chicche di gioco
Recensione: The Making of Karateka è un documentario interattivo superbamente curato
Recensione: The Making of Karateka è un documentario interattivo superbamente curato
Gioca insieme sta portando i residenti nello splendido Resort nell'ultimo aggiornamento
Gioca insieme sta portando i residenti nello splendido Resort nell'ultimo aggiornamento
NIGHT CROWS è un MMORPG di prossima uscita basato su NFT realizzato con Unreal Engine 5, che verrà lanciato a livello globale nel primo trimestre del 2024
NIGHT CROWS è un MMORPG di prossima uscita basato su NFT realizzato con Unreal Engine 5, che verrà lanciato a livello globale nel primo trimestre del 2024
Once Human, il gioco di sopravvivenza New Weird di NetEase, presenterà una mappa di 16x16 chilometri e battaglie PvP 20v20
Once Human, il gioco di sopravvivenza New Weird di NetEase, presenterà una mappa di 16x16 chilometri e battaglie PvP 20v20
Il direttore di MultiVersus afferma che le perdite di dataminer rivelano "rovina" per i fan
Il direttore di MultiVersus afferma che le perdite di dataminer rivelano "rovina" per i fan
Il remake di Silent Hill 2 in uscita a maggio suggerisce una fuga di notizie
Il remake di Silent Hill 2 in uscita a maggio suggerisce una fuga di notizie
Gli spin-off di Elder Scrolls e Fallout di Obsidian rifiutati da Bethesda
Gli spin-off di Elder Scrolls e Fallout di Obsidian rifiutati da Bethesda
Anteprima di Tchia - Esplorare l'ispirazione nella vita reale di Tchia
Anteprima di Tchia - Esplorare l'ispirazione nella vita reale di Tchia
 Nascosti nel tempo 2: Miti e magia!  recensione - "Un'accogliente avventura magica"
Nascosti nel tempo 2: Miti e magia! recensione - "Un'accogliente avventura magica"