Bresson Game

Paths: recensione di Beatrice’s Adventure – “Tutto sull’artwork e meno sul gameplay”

Paths: recensione di Beatrice's Adventure - "Tutto sull'artwork e meno sul gameplay"



La serie di libri Choose Your Own Adventure di allora era sempre stata un’emozione per me, e il suo fascino si traduce incredibilmente bene nei videogiochi. Il fascino di dover prendere decisioni che hanno un impatto su come andrà la narrazione aggiunge un livello di coinvolgimento più profondo rispetto ad altri generi, il che è sicuramente un prurito che Paths: Beatrice’s Adventure mira a grattare.

Ma mentre c’è un innato elemento di immersione in un genere come questo, Paths: Beatrice’s Adventure offre o è meglio trovare la tua strada altrove?

Sommario:

PERCORSI: L’AVVENTURA VISIVA DI BEATRICE

Solo le immagini disegnate a mano ottengono il massimo dei voti da me, poiché ci sono molte istantanee che incontrerai man mano che avanzi nella storia. Il gioco è principalmente basato sul testo e passerai la maggior parte del tuo tempo a leggere gli scambi tra Beatrice e le persone intorno a lei. Ma ogni tanto, quando accade qualcosa di significativo all’interno della trama, verrai ricompensato con una scena disegnata magistralmente per aiutarti a dipingere un quadro migliore della storia, che si tratti di qualcosa di dinamico come una battaglia a palle di neve o una sbirciatina silenziosa e straziante a Beatrice che piange in un angolo buio.

L’intero gioco è strutturato come una conversazione telefonica, con il tuo menu principale progettato per assomigliare allo schermo del tuo cellulare. La storia si svolge all’interno dell’app di messaggistica del telefono, che è, in tutta onestà, una scelta completamente strana secondo me.

Per prima cosa, le conversazioni non sono messaggi di testo. I dialoghi sono presentati in fumetti con il volto di una persona che indica chi sta parlando, proprio come in una chat, ma la narrazione è in realtà solo una storia raccontata dal punto di vista in prima persona, con uno strano narratore in terza persona che compare ogni volta di tanto in tanto.

In questo senso, ti porta decisamente fuori dalla tua immersione nel gioco, perché mentre tutto è progettato per far sembrare le cose come se stessi scegliendo le risposte a un messaggio di testo, l’intera storia in realtà ti dice il contrario, e può essere piuttosto stridente. .

IL GIOCO DEI PERCORSI: L’AVVENTURA DI BEATRICE

Detto questo, il ciclo di gioco principale è in realtà solo tu che leggi il dialogo e poi scegli cosa rispondere. A seconda delle tue risposte, puoi ferire o migliorare il tuo rapporto con i tuoi cari, e ogni membro della famiglia ha un misuratore che puoi controllare per vedere come te la cavi con loro. Alla fine di ogni capitolo, vedrai un riepilogo delle tue scelte o del “percorso” che hai scelto, così come le diverse immagini che hai raccolto durante il gioco.

Ci sono nove capitoli più un prologo e puoi essenzialmente completare un singolo playthrough in appena un’ora. La chiave qui è la rigiocabilità, ovviamente, perché la FOMO è davvero, davvero forte.

Quando parlo della paura di perdere qualcosa, intendo dire che ogni riassunto del tuo percorso dopo ogni capitolo non solo ti mostrerà cosa hai realizzato, ma anche cosa non hai fatto. A volte, ci sono sottili piccoli suggerimenti su ciò che avresti potuto fare invece, e ti farà sicuramente venire voglia di rifare tutto solo per vedere cosa ti sei perso.

Ad esempio, un riassunto del capitolo mi ha detto che sono entrato in casa e non ho assistito a un incidente, o che sono passato davanti al corridoio e non ho aperto il misterioso scrigno del tesoro. Non sapevo nemmeno che ci fosse uno scrigno del tesoro lì, quindi come avrei dovuto decidere se volevo aprirlo o no? Sono momenti come quelli che mi hanno davvero fatto venire voglia di ripetere le cose solo per completare la mia raccolta di scene.

QUAL È L’APPELLO?

Sfortunatamente, il gioco non ti rende facile rigiocare tutto da zero, perché non esiste una funzione di avanzamento rapido che ti permetta di saltare alle parti in cui dovrai prendere una decisione, a differenza di altri giochi all’interno lo stesso genere. C’è solo un pulsante che puoi toccare per passare alla riga successiva, che ti farà toccare incessantemente solo per arrivare al bivio.

È anche un peccato che non ci sia musica di sottofondo per l’intero gioco. Qualcosa di così evocativo come la grafica avrebbe potuto essere migliorato ancora di più se ci fosse stata una colonna sonora altrettanto evocativa, ma purtroppo la mancanza di musica toglie ancora una volta la tua immersione complessiva (ho anche notato alcune frasi imbarazzanti e piccoli errori di battitura qui e lì, anche se in realtà non distraggono dalla storia principale). La narrazione stessa, sebbene interessante, non è nulla di cui scrivere a casa, ma offre abbastanza per farti desiderare di sapere cosa succede dopo.

Nel complesso, Paths: Beatrice’s Adventure è un’opzione divertente se stai cercando qualcosa di discreto e basato sul testo. L’arte – che mi ricorda tanto la graphic novel Blankets di Craig Thompson – è davvero la star dello spettacolo qui. Se non altro, probabilmente vorrai comunque continuare a progredire nella narrazione solo per poter raccogliere le immagini mozzafiato nella tua galleria.

The Last Game è un roguelike d'azione top-down ora disponibile per iOS App Store e Google Play
The Last Game è un roguelike d'azione top-down ora disponibile per iOS App Store e Google Play
Anteprima di Monster Hunter Wilds: la caccia è iniziata
Anteprima di Monster Hunter Wilds: la caccia è iniziata
Recensione di DC Heroes & Villains - "Gameplay casual, personaggi DC Comics azzeccati"
Recensione di DC Heroes & Villains - "Gameplay casual, personaggi DC Comics azzeccati"
Mobile Legends: Bang Bang North America organizzerà un torneo intercollegiato negli Stati Uniti, la cui registrazione è attualmente in corso
Mobile Legends: Bang Bang North America organizzerà un torneo intercollegiato negli Stati Uniti, la cui registrazione è attualmente in corso
Recensione di Prince Of Persia: The Lost Crown – disinnescare la rabbia generica
Recensione di Prince Of Persia: The Lost Crown – disinnescare la rabbia generica
Recensione di Wildfrost - "Un avvincente costruttore di mazzi roguelike che ti farà venir voglia di offrirti volontario come tributo"
Recensione di Wildfrost - "Un avvincente costruttore di mazzi roguelike che ti farà venir voglia di offrirti volontario come tributo"
Black Myth: Anteprima di Wukong - Una storia classica raccontata
Black Myth: Anteprima di Wukong - Una storia classica raccontata
Honkai: la versione 2.3 di Star Rail arriverà a fine mese
Honkai: la versione 2.3 di Star Rail arriverà a fine mese
Microsoft non acquisterà Valve e Counter-Strike per £ 12.000.000.000
Microsoft non acquisterà Valve e Counter-Strike per £ 12.000.000.000
Metacritic pronto a disinnescare i troll delle bombe di revisione sul fiasco del DLC Horizon
Metacritic pronto a disinnescare i troll delle bombe di revisione sul fiasco del DLC Horizon
الكشف رسميًا عن ألعاب game pass للنصف الأول من شهر يونيو. When it comes to unwinding and relaxing, free arcade games are a fantastic choice.