Bresson Game

Recensione del videogioco del 2023: i tempi migliori e quelli peggiori

Recensione del videogioco del 2023: i tempi migliori e quelli peggiori


Qualcuno guadagna dai videogiochi, ma non sono gli sviluppatori (Immagine: Rockstar Games)

Il 2023 avrebbe dovuto essere lodato come uno dei migliori anni di sempre per i videogiochi, ma la realtà dietro le quinte rende difficile celebrarlo.

A metà anno sembrava che il 2023 sarebbe diventato un classico, una pietra miliare: 12 mesi durante i quali è stato lanciato un numero insolitamente elevato di giochi di alta qualità e l’attuale generazione si è finalmente messa in marcia, dopo essere stata inizialmente ostacolata dalla pandemia. Alla fine, però, l’atmosfera cominciava a sembrare decisamente apocalittica. Sì, quest’anno sono stati rilasciati molti giochi fantastici, ma quale costo per le persone che li realizzano e per l’industria in generale?

Già a gennaio ci sono state segnalazioni di importanti licenziamenti presso gli studi Microsoft, tra cui 343 Industries e Bethesda, e con il passare dell’anno si è registrato un crescente torrente di annunci che ha coinvolto quasi tutti gli editori e sviluppatori occidentali, dal produttore di Fortnite Epic Games ai più piccoli studi indipendenti.

Uno dei motivi principali del problema era che le aziende avevano assunto troppo personale durante la domanda gonfiata di giochi durante la pandemia e i licenziamenti di quest’anno sono stati un riequilibrio di quella sconsiderata espansione. Anche se è più complicato di così, perché quella breve impennata della domanda ha attirato l’interesse degli investitori esterni, che ora sono molto meno interessati ai giochi da quando le cose sono tornate alla normalità. Come al solito, quando l’impossibilità di una crescita infinita non viene raggiunta, sono i soldati comuni a soffrirne.

Il facile accesso al denaro degli investitori, in un momento in cui i tassi di interesse erano molto più bassi di quelli attuali, ha contribuito ad alimentare il rapido consolidamento degli ultimi anni. E mentre 69 miliardi di dollari per Activision Blizzard potrebbero essere spiccioli per Microsoft, quasi tutti gli altri editori hanno immediatamente iniziato a mettersi nei guai. Probabilmente Sony si sta già pentendo di aver pagato 3,6 miliardi di dollari per Bungie, ma il vero disastro è stato con Embracer Group.

Il conglomerato senza volto, apparso dal nulla qualche anno fa e che ha iniziato ad accaparrarsi imprenditori di medie dimensioni, come un bambino avido davanti a un mix ‘n’ mix, non sembrava mai avere un piano aziendale sensato e quando un investimento esterno dall’Arabia Saudita apparentemente si sentivano a proprio agio, improvvisamente iniziarono a sventrare gli sviluppatori e a chiuderne altri.

Persone come Volition, sviluppatore di Saints Row, e Free Radical Design, produttore di TimeSplitters, se ne sono andati per sempre, ma molti altri potrebbero non sopravvivere, nonostante siano esistiti felicemente per anni, prima di essere rilevati durante la recente frenesia di acquisizioni.

Si stima che quest’anno siano andati perduti quasi 10.000 posti di lavoro nel settore dei videogiochi e questo fenomeno non si fermerà all’improvviso perché è la fine dell’anno. In effetti, la notizia più importante della settimana prima di Natale è stato l’orrendo attacco informatico a Insomniac Games, che ha diffuso tutti i suoi segreti su Internet, inclusi non solo i giochi non annunciati ma il fatto che Sony sta cercando di tagliare il personale in tutti i suoi team e probabilmente chiuderà giù uno studio interamente.

Mentre persone provenienti da tutto il settore offrivano la loro solidarietà sui social media, uno sviluppatore esasperato di Riot Games (la cui società madre ha appena perso 40 miliardi di dollari di valore) ha twittato: “Essere uno sviluppatore di giochi nel 2023 significa svegliarsi assolutamente terrorizzato da fughe di notizie, licenziamenti”. , hack dannosi, abusi, minacce, ecc.

“Il mio cuore va a quelli di Insomniac Games, tutto ciò che vogliamo fare in questo settore è creare videogiochi. Sono così stanco e spero che gli sviluppatori colpiti possano avere sicurezza.’

Essere uno sviluppatore di giochi nel 2023 significa svegliarsi assolutamente terrorizzato da fughe di notizie, licenziamenti, hack dannosi, abusi, minacce, ecc.

Il mio cuore va a quelli di @insomniacgames, tutto ciò che vogliamo fare in questo settore è creare videogiochi. Sono così stanco e spero nella sicurezza degli sviluppatori interessati.

— Riot Wonderdev 🎮🎀 (@710wonderdev) 19 dicembre 2023

Mentre i dirigenti dell’azienda si lamentano di quanto siano talentuosi e influenti i loro sviluppatori appena acquisiti (le pacche sulle spalle che circondano l’uscita del capo di Activision Bobby Kotick sono state particolarmente nauseanti), la realtà di come trattano effettivamente le persone che creano giochi è resa chiara.

Preoccuparsi di vedersi portare via il lavoro dall’intelligenza artificiale è stata una nuova minaccia quest’anno, ma è notevole come non siano mai i dirigenti che qualcuno pensa di sostituire, nonostante l’idiozia e la prevedibilità delle loro decisioni aziendali. L’IA nemica di Doom avrebbe potuto gestire Embracer Group meglio di qualunque buffone sia effettivamente al comando. Ma bisogna dire che anche quest’anno né Microsoft né Sony si sono coperte di gloria.

Microsoft ha organizzato una buona vetrina estiva e sembrava che avrebbero potuto svoltare l’angolo, solo che Starfield si è rivelato un mediocre sottoperformante e la conseguente esposizione di quanto male stia vendendo Xbox Series X / S in Europa. Entro la fine dell’anno circolavano già voci secondo cui avrebbero voluto avviare anticipatamente la generazione successiva e, sebbene non ci siano prove a sostegno di ciò, è abbastanza facile crederlo dato che, nonostante tutti i soldi che hanno speso, sembrano non essere in grado di farlo. posizione migliore ora che durante la generazione Xbox One.

In confronto, la PlayStation 5 sta vendendo molto meglio, ma l’atteggiamento di Sony quest’anno è stato assolutamente bizzarro, senza annunci importanti e con un’avversione apparentemente patologica nel discutere i suoi piani in pubblico. Una volta prometteva 10 o più giochi con servizio live entro il 2026 e finora è stato consegnato meno uno, con la cancellazione di The Last Of Us One.

È in corso una guerra civile a porte chiuse, tra coloro che sostengono i giochi dal vivo e coloro che preferiscono i vecchi metodi? Il capo Jim Ryan è camminato o è stato spinto? Si possono solo fare supposizioni, ma mentre i dati di vendita mostrano che PlayStation 5 è una delle console più vendute della storia, Sony si sta comportando come se si trattasse di un disastro in stile Sega Saturn.

Altro: Tendenze

Sì, sono stati rilasciati molti fantastici giochi nel 2023 (anche se non diremmo necessariamente un numero scandalosamente elevato; è stato semplicemente un buon anno) ma la salute generale del settore non è mai sembrata peggiore nei tempi moderni.

La maggior parte delle industrie creative sono un caso di leoni guidati da asini, ma mai il gaming si è sentito così senza leader, senza timone e vulnerabile come adesso. Il fatto che, allo stesso tempo, la qualità della produzione del settore sia così elevata non fa altro che rendere la situazione ancora più esasperante e ingiusta.

L’ultimo giorno al FRD è stato molto diverso da quello che immaginavo. Non penso che l’abbia ancora recepito bene, ma l’ultima volta ho consegnato le chiavi e ho lasciato l’edificio. È ora di dividersi pic.twitter.com/n1UGELsoED

— Adam Kiraly (@94Kiraly) 11 dicembre 2023

Invia un’e-mail a info@bressongame.com, lascia un commento qui sotto, seguici su Twitter e iscriviti alla nostra newsletter.

DI PIÙ: Metro Video Game Awards 2023: il migliore dell’anno di GameCentral

DI PIÙ: Le 13 più grandi notizie sui videogiochi del 2023: da GTA 6 a Switch 2

DI PIÙ: Top 20 dei videogiochi del 2023 – i migliori giochi dell’anno secondo Metro

Segui Metro Gaming su Twitter e inviaci un’e-mail a info@bressongame.com

Per inviare lettere di posta in arrivo e funzionalità di Reader più facilmente, senza la necessità di inviare un’e-mail, utilizza semplicemente la nostra pagina Invia materiale qui.

Per altre storie come questa, controlla la nostra pagina sui giochi.

Iscriviti per tutti i contenuti di gioco esclusivi, le ultime versioni prima che vengano viste sul sito.

Informativa sulla privacy » Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano l’Informativa sulla privacy e i Termini di servizio di Google.



Ragazze Frontline 2: Recensione di Exilium
Ragazze Frontline 2: Recensione di Exilium
Recensione Ultrawings 2 – un simulatore di volo meno serio
Recensione Ultrawings 2 – un simulatore di volo meno serio
I possessori di Last Of Us Part 2 PS4 verranno rimborsati per il mancato aggiornamento
I possessori di Last Of Us Part 2 PS4 verranno rimborsati per il mancato aggiornamento
Diablo 4 beta: orari di inizio dell'accesso anticipato, date della beta aperta e Ashava
Diablo 4 beta: orari di inizio dell'accesso anticipato, date della beta aperta e Ashava
I fan di GTA 6 lanciano una petizione per saltare il 2024 in modo che il gioco esca prima
I fan di GTA 6 lanciano una petizione per saltare il 2024 in modo che il gioco esca prima
Monopoly Go ha speso più soldi in marketing di quanti ne costa realizzare Spider-Man 2
Anteprima di Rugrats: Adventures In Gameland - Dipingere la città di arancione
Anteprima di Rugrats: Adventures In Gameland - Dipingere la città di arancione
KartRider Rush+ stagione 25 porta i giocatori nello spazio
KartRider Rush+ stagione 25 porta i giocatori nello spazio
Uncharted Waters Origin rilascia il nuovo aggiornamento Relationship Chronicles con Maria Margarethe Kirch
Uncharted Waters Origin rilascia il nuovo aggiornamento Relationship Chronicles con Maria Margarethe Kirch
Sony acquisterà Rockstar e GTA se Xbox acquista Activision sostiene voci
Sony acquisterà Rockstar e GTA se Xbox acquista Activision sostiene voci